Cagliari-Atalanta, la solita storia di sigle…

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui


Cagliari-Atalanta, la solita storia di sigle.

Ebbene sì, conclusa questa particolare (per i noti motivi) edizione del campionato, possiamo effettuare un ragionamento su ciò che ha luogo ogni volta in cui va in scena, sull’isola, la sfida tra cagliaritani e atalantini, cioè la “non ordinaria” sovrimpressione del risultato nella trasmissione televisiva.

Come è noto, ogni compagine è caratterizzata, per motivi di spazio, con delle sigle composte da tre lettere, che di norma consistono nelle prime tre lettere del nome del sodalizio: in questo caso, il Cagliari è abbreviato in CAG, mentre l’Atalanta in ATA, sei letterine che messe in fila creano una parola non certo elegante.

Per ovviare, in occasione di ogni Cagliari-Atalanta si è da tempo assistito alla cancellazione dell’ultima lettera da ambedue le sigle (con CA a identificare il club sardo e AT quello lombardo), oppure solamente a quella della compagine isolana: tuttavia, a nostro avviso, il problema potrebbe essere risolto alla radice, pur mantenendo le tradizionali tre lettere.

Come?

Semplice: sarebbe sufficiente identificare rispettivamente il Cagliari con la sigla CGL (in stile codice fiscale) e l’Atalanta con la ATB, che starebbe a significare “Atalanta Bergamasca“, cioè il nome completo della compagine lombarda (ufficialmente denominata Atalanta Bergamasca Calcio).

Quindi, Cagliari-Atalanta diventerebbe un tranquillo CGL-ATB.

La soluzione a questo arcano consiste, quindi, in una sorta di “uovo di Colombo“, cioè una soluzione facile a un problema ritenuto difficile.

Per chi non lo sapesse, il modo di dire “uovo di Colombo” è un aneddoto avente quale protagonista il grande navigatore genovese Cristoforo Colombo, il quale, di ritorno dalle Americhe e criticato da chi sminuì la sua impresa, sfidò i presenti a far stare un uovo dritto su un tavolo: nessuno ci riuscì, se non lo stesso Colombo, limitandosi ad effettuare una piccola ammaccatura all’estremità dell’uovo.

Alle rimostranze dei presenti, intenti ad affermare che chiunque di loro sarebbe stato in grado di risolvere tale enigma, Colombo rispose glacialmente: «La differenza, signori miei, è che voi avreste potuto farlo, io invece l’ho fatto».

In conclusione, la soluzione del problema di Cagliari-Atalanta mantenendo le tre lettere è molto semplice e consisterebbe nel denominare i rosso-blu a mo’ di codice fiscale (CGL)  e l’Atalanta utilizzando la sigla del suo nome completo: ATB, cioè Atalanta Bergamasca.

 

  •   
  •  
  •  
  •