Premier League kazaka, il Kairat rallenta: campionato riaperto?

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui


Premier League kazaka
, il Kairat rallenta: campionato riaperto? Incredibile a Kokshetau: il Kairat Almaty capolista getta al vento due punti, venendo bloccato sul 3-3 dall’Okzhetpes. Al cospetto di una squadra relegata nei bassifondi della graduatoria, il Kairat passa in svantaggio già al 6′, per via di una rete del bulgaro Plamen Dimov, per poi ribaltare la situazione grazie alle prodezze del montenegrino Nebojsa Kosovic (28′) e di Abat Aimbetov (38′), dando l’impressione di poter portare a casa i tre punti. Invece, accade l’imponderabile: al 45′ l’estone Artjom Dmitrijev pareggia, ripetendosi a inizio ripresa (56′), portando i suoi sul clamoroso 3-2. Colto nel vivo, il Kairat impatta al 72′ grazie a un centro dell’esperto brasiliano Vagner Love (ex CSKA Mosca e Monaco), non riuscendo, tuttavia, ad andare oltre un deludente 3-3: in sostanza, si può parlare di due punti gettati al vento. Del mezzo passo falso della capolista trae vantaggio l’Astana, che fra le mura amiche dell’Astana Arena piega per 3-0 lo Zhetysu Taldykorgan grazie a una doppietta del montenegrino Zarko Tomasevic (a segno al 39′ e al 65′) e alla realizzazione di Abzal Beysebekov (78′), portandosi a -4 dalla vetta (21 punti contro 25), riaprendo un campionato che pareva ormai chiuso.
Il successo rilancia, quindi, i capitolini (vincitori degli ultimi sei campionati), quando pareva che il titolo fosse ormai destinato a finire a quel Kairat che nel periodo sovietico fu il sodalizio leader del calcio kazako ma che dall’indipendenza è riuscito a conquistare due soli “scudetti”, per la precisione nel 1992 (nella prima edizione del campionato del Kazakistan indipendente) e nel 2004.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: