Empoli-Monza 0-0: un altro pareggio per i brianzoli, ma è un risultato positivo contro una diretta concorrente per la Serie A

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui


Empoli-Monza 0-0. Il Monza torna dalla Toscana con un pareggio, che va ad aggiungersi a quello della precedente giornata, sempre per 0-0, in casa con la SPAL. Dopo due partite, i brianzoli hanno, quindi, due punti in graduatoria: i freddi numeri potrebbero farci affermare che sono pochi, ma in realtà bisogna prendere in considerazione il fatto che le due “X” sono state conseguite con due compagini che probabilmente saranno rivali dei “bagai della Brianza” per la conquista della Serie A. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, il Monza è cresciuto nella ripresa, sfiorando anche la vittoria, ma rischiando sulle (comunque rarissime) folate offensive degli azzurri. Tra i brianzoli, esordio di Boateng, entrato al 78′ al posto di Machin: l’ex milanista si è anche reso pericoloso e, quindi, potrebbe essere l’arma in più per questo Monza che cerca lo storico approdo in Serie A. Il primo tempo, pur equilibrato, ha visto i brianzoli sfiorare la rete al 33′ con Gytkjaer, che da pochi passi ha appoggiato malamente a lato un traversone dalla sinistra, e al 45′ con una rovesciata di Mota Carvalho ottimamente respinta da Brignoli (poi lesto nel respingere il successivo colpo di testa di Gytkjaer). Nella seconda frazione i bianco-rossi sono stati più propositivi, andando vicini alla rete al 65′ con un bel destro di Frattesi sul primo palo, sul quale Brignoli ha messo in angolo: dalla battuta dalla bandierina, l’estremo difensore empolese ha nuovamente salvato i suoi respingendo una bella rovesciata di Barillà (entrato pochi istanti prima in luogo di Colpani). L’Empoli si è, però, reso pericolosissimo al 72′, reclamando un calcio di rigore per un contrasto in area lombarda tra La Mantia e Bellusci, ritenuto regolare dal direttore di gara.
Per i brianzoli è comunque un buon punto.
Finisce, quindi, sul nulla di fatto, uno 0-0 che fa il paio con quello della prima giornata con la SPAL: i punti, però, non vanno solamente contati, ma anche pesati, sicché due pareggi contro due dirette concorrenti per il salto in massima divisione possono essere accolti più che positivamente, anche alla luce dei tanti volti nuovi fra i monzesi, che ovviamente dovranno trovare il famoso amalgama. Ora arriva la pausa: il prossimo impegno dei lombardi sarà in casa con il Vicenza, in una gara che, quella sì, dovrà per forza essere vinta.

  •   
  •  
  •  
  •