Premier League kazaka: Kaysar Kyzylorda, una crisi senza fine

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui


Premier League kazaka
: Kaysar Kyzylorda, una crisi senza fine. I “diavoli rossi del Kazakistan” sono, infatti, entrati in un tunnel del quale non si riesce a intravedere l’uscita: una sola vittoria, tre pareggi e tre sconfitte nelle ultime sette giornate di campionato sono il per nulla esaltante ruolino di marcia della compagine espressione di quella che fu la prima capitale (dal 1925 al 1927) del Kazakistan sovietico. Il tutto ha inizio il 26 agosto, con l’inopinato 0-1 esterno incassato sulle rive del Mar Caspio da un Kaspyi Aktau allora ancora fermo all’ultimo posto con zero punti all’attivo: un goal del serbo Stefan Bukorac al 65′ vale il successo ai rivieraschi. Tre giorni più tardi, la vittoria casalinga per 2-1 sul Tobol Kostanay sembra risolvere tutti i problemi per un Kaysar che, a -2 dalla capolista Kairat, il successivo 12 settembre si presenta allo scontro diretto in trasferta con l’intento d’effettuare il sorpasso. In effetti, i “diavoli rossi” non sfigurano affatto, passando a condurre al 44′ col georgiano Elguja Lobjanidze, salvo poi incassare il pareggio al 71′ (rete di Aibol Abiken) e capitolare al 91′ (prodezza dell’ucraino Aderinsola Habib Eseola): dal momentaneo +1 si passa, quindi, al -5.
Da lì in poi, si registrano solo delusioni: in primis, la batosta 1-4 interna di Europa League del 17 settembre coi ciprioti dell’APOEL Nicosia (con la conseguente eliminazione dalla manifestazione continentale), quindi l’1-1 interno con l’Ordabasy Shymkent (20 settembre), lo 0-1 casalingo con l’Astana (24 settembre), lo 0-0 in trasferta col tutt’altro che irresistibile Kyzylzhar Petropavlovsk (28 settembre) e lo 0-0 casalingo odierno con il fanalino di coda Okzhetpes Kokshetau. Dopo undici giornate di campionato, il Kaysar staziona al quinto posto in classifica, a quota 16 punti, in compagnia di Shakhter Karagandy e Zhetysu Taldykorgan, a -10 dal Kairat capolista. La rete incassata al 91′, lo scorso 12 settembre, nello scontro diretto col Kairat non ha solamente spinto il Kaysar a -5 dalla vetta (dopo aver sognato il sorpasso): ha dato una svolta forse decisiva alla stagione dei “diavoli rossi“, che dovranno sudare le proverbiali sette camicie per conquistare l’accesso alle Coppe Europee. Tuttavia, vista la situazione per nulla esaltante, più che sognare l’Europa sarebbe sicuramente più saggio guardarsi le spalle e puntare a conseguire il prima possibile la permanenza in Premier League.

  •   
  •  
  •  
  •