San Marino, un punto atteso sei lunghi anni

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui

San Marino, un punto atteso sei lunghi anni. Pareggiando per 0-0 il confronto esterno col Liechtenstein, infatti, la Nazionale sammarinese non solo ha conquistato il suo primo storico punto in Nations League, ma ha anche spezzato una serie di sconfitte che durava dal lontano 15 novembre 2014: in quella data, la selezione della Repubblica arroccata sul monte Titano riuscì a bloccare sullo 0-0 l’Estonia fra le mura amiche dello stadio di Serravalle, nel contesto delle qualificazioni al Campionato Europeo di Francia 2016. Dopo quel nulla di fatto ebbe inizio una serie di sconfitte, interrotta dal pareggio dello scorso 13 ottobre a Vaduz, in una gara valida quale quarta giornata del gruppo 2 della Lega D (cioè l’ultima) di Nations League: un pari che per i sammarinesi è utile per l’orgoglio e per il morale, ma che può costare carissimo alla nazionale alpina, ora distante due punti dalla capolista Gibilterra, ma con un incontro disputato in più. Il girone, composto da tre sole squadre, vede Gibilterra in vetta con 6 punti in due partite, con le inseguitrici Liechtenstein e San Marino rispettivamente ferme a 4 e a 1, ma entrambe con tre incontri già disputati: in pratica, essendo il prossimo turno in programma San Marino-Gibilterra (14 novembre), un successo promuoverebbe gli ospiti in Lega C con un turno d’anticipo, rendendo inutile il confronto dell’ultima giornata Gibilterra-Liechtenstein, in calendario il seguente 17 novembre. Già fuori da tutto, invece, San Marino, nel quale sono ora riposte le speranze del Liechtenstein: un risultato positivo dei sammarinesi nella sfida coi gibilterrini consentirebbe alla Nazionale alpina di potersi giocare il tutto per tutto nel conclusivo confronto che avrà luogo ai piedi della famosa Rocca.
L’unica vittoria risale al 2004
San Marino resta, dunque, ancora alla ricerca della sua prima affermazione in una competizione ufficiale (Nations League, qualificazioni al Campionato Mondiale o qualificazioni al Campionato Europeo), poiché l’unica sua vittoria è l’1-0 (rete di Andy Selva al 6′) casalingo inflitto in amichevole al Liechtenstein il 28 aprile 2004.

  •   
  •  
  •  
  •