Premier League kazaka: Kairat campione, infranto il dominio dell’Astana

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi Segui


Premier League kazaka: Kairat campione, infranto il dominio dell’Astana. Dopo un’attesa che durava dal lontano 2004, il Kairat è tornato a laurearsi campione del Kazakistan, ponendo fine al dominio dei capitolini dell’Astana, vincitori degli ultimi sei campionati dell’ex Repubblica Sovietica. L’ufficialità è giunta col successo casalingo per 3-1 della diciassettesima giornata al cospetto dell’Ordabasy Shymkent, benché il titolo non fosse mai parso veramente in discussione, nonostante alcuni passi falsi della compagine di Almaty (la vecchia Alma-Ata). Lo scatto decisivo dei giallo-neri verso lo “scudetto” ha avuto luogo il 30 ottobre scorso, col successo per 1-0 sull’Astana, in quello che già allora era visto quale un autentico “passaggio di consegne”. Per il Kairat (la cui stella è l’attaccante brasiliano Vagner Love, ex Monaco e CSKA Mosca) è il terzo “scudetto” dopo quelli del 1992 (primo campionato del Kazakistan indipendente) e del 2004: si tratta, quindi, di un ritorno al vertice per un club che fu la compagine guida del calcio kazako per tutto il periodo sovietico, durante il quale fu l’unico sodalizio del Kazakistan (per la precisione, della Repubblica Socialista Sovietica Kazaka) a raggiungere la massima divisione dell’URSS, militandoci per ben 24 stagioni, l’ultima delle quali nel 1988 (e con l’apice del settimo posto raggiunto nel 1986, a tre soli punti da una storica qualificazione alla Coppa UEFA).

Leggi anche:  Napoli- Milan. Quella volta che...i rossoneri operarono il sorpasso

A quei tempi, Almaty era ancora la capitale del Paese col nome di Alma-Ata (toponimo in vigore fino al 1993): lo rimase fino al 1997, quando venne soppiantata da Aqmola, appositamente ribattezzata Astana (nome rimasto in essere fino al 2019, quando venne cambiato in Nur-Sultan, in onore del presidente uscente Nursultan Nazarbaev). Tuttavia, Almaty è tuttora la città più popolosa del Kazakistan. Oltre ai tre “scudetti“, il Kairat annovera in bacheca anche nove Coppe del Kazakistan (1992, 1996, 1999-2000, 2001, 2003, 2014, 2015, 2017 e 2018) e una Coppa delle Federazioni Sovietiche (1988).

  •   
  •  
  •  
  •