Calcio, Sandro Tonali: accuse dalla Football Association per l'ex Milan. Nuova squalifica? Ecco cosa è accaduto

Sandro Tonali sembra non trovare tranquillità. Dopo l'approdo al Newcastle, La Football Association (la Federcalcio d'Inghilterra) accusa l'ex calciatore del Milan di avere effettuato diverse scommesse in un arco temporale incluso tra agosto e ottobre 2023. Ecco cosa è accaduto.

Arriva una nuova tempesta mediatica per Sandro Tonali: le accuse arrivano dalla Football Association, la Federazione Calcistica d'Inghilterra. L'ex calciatore del Milan, già coinvolto in una vicenda di calcioscommesse che sta scontando con dieci mesi di squalifica, a decorrere dal 27 ottobre scorso, sembra non potersi rasserenare, in quanto potrebbe piombare su di lui una nuova onta professionale, oltre che personale.

Sandro Tonali: accuse dalla Football Association

Potrebbero scaturire ulteriori gravi conseguenze per il centrocampista italiano, qualora dovessero essere accertate le accuse a lui rivolte per quanto riguarda il calcioscommesse. La Football Association, attraverso una comunicazione ufficiale sui propri canali media, accusa Sandro Tonali di avere effettuato numerose scommesse dopo l'approdo a Newcastle upon Tyne, esattamente per un numero complessivo di 50, su eventi calcistici avvenuti in un range temporale che va dal 12 agosto al 12 ottobre 2023. Inoltre, al calciatore guidato da Eddie Howe viene intimato di provvedere a presentare la propria difesa entro il prossimo 5 aprile.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Paolo De Paola: "L'Italia può vincere gli Europei. Spalletti la guida, Scamacca rivelazione. Allegri? Nessuna giustificazione"

Il nuovo filone di indagine da parte del massimo organo di calcio inglese ha avuto origine successivamente alla chiusura di quello svolto in Italia. Proprio dal giorno del trasferimento di Sandro Tonali al Newcastle, la Football Association ha voluto vederci chiaro ulteriormente, in considerazione delle ammissioni dell'ex Rossonero di essere affetto dalla ludopatia. La lente d'ingrandimento sulla sua condotta è proseguita senza che trapelassero ulteriori indicazioni circa l'attività di scommesse.

Il deferimento è relativo a eventi calcistici generici, senza specificare se tra questi ci siano anche gare disputate dal Newcastle, club di appartenenza del calciatore dal 3 luglio 2023. A seguito di quest'ultimo, il calciatore cresciuto nelle giovanili di Piacenza e Brescia potrebbe rischiare una nuova squalifica da parte della "TheFA" per la presunta violazione delle regole sulle scommesse in Inghilterra.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Sabatino Durante: “L’Inter non prenderà Gudmundsson e Bento, ti dico la mia su Allegri e Thiago Motta. Sugli Europei…”

Il Newcastle ha prontamente pubblicato una nota in pieno sostegno del proprio tesserato, oltre a dichiarare di non essere in grado di aggiungere ulteriori commenti in relazione a questa vicenda.