Bundesliga: il Bayern Monaco perde in casa. Segnale di una piccola crisi?

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui

Rinnovo Muller Bayern

Clamoroso all’Allianz Arena. Il Bayern Monaco esce sconfitto sul proprio terreno per mano del Magonza (1-2 il finale). Per i campioni di Germania si tratta del primo k.o interno stagionale e a due settimane di distanza dal ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus non è affatto un bel segnale.
Il club della Renania si aggiudica il match grazie alle reti  di Jairo Saimperio (assist di Giulio Donati) e del subentrato Jhon Cordoba a quattro minuti dalla fine. Gli uomini di Guardiola avevano trovato il momentaneo pari con Arjen Robben, abile a battere il portiere ospite Karius con un sinistro rasoterra dal limite dell’area.

Ora il vantaggio sul Borussia Dortmund (vittorioso per 2-0 a Darmstadt) secondo in classifica, si riduce a cinque punti e sabato è in programma lo scontro diretto al Signal Iduna Park.
Dunque si interrompe così la serie di vittorie consecutive tra le mura amiche dei bavaresi (14 vittorie consecutive, 11 in Bundesliga, 3 in Champions League e 1 in Coppa di Germania) e, incredibile ma vero, già si parla di mini crisi.
Certo è da dire che soprattutto in difesa ci sono da registrare delle assenze pesanti (Javi Martinez, Boateng e Badstuber) e ieri sera sono scese in campo diverse seconde linee (Muller e Douglas Costa sono partiti dalla panchina).
Inoltre i calciatori sono apparsi un po’ a corto di energie. Il Magonza ha corso molto di più, nonostante i bavaresi abbiano tenuto molto di più la palla. Dunque anche un calo fisico per Ribery (alla prima da titolare in campionato) e compagni, che in questa fase della stagione si può definire fisiologico.
Quando ti chiami Bayern Monaco però, tutte queste considerazioni non trovano spazio, perchè ciò che conta è solo vincere, sempre e comunque. Già il pareggio contro la Juventus aveva destato diverse perplessità, naturalmente non per il valore dell’avversario, ma per il modo in cui è arrivato. Ora questa sconfitta non fa altro che aumentare i dubbi e i malumori, ma allo stesso tempo non bisogna fare drammi.

Leggi anche:  Borussia Dortmund, Haaland: show e record per il ventenne

La squadra è ancora in corsa in tutte e tre le competizioni e ha buone possibilità di centrare il triplete, a patto che ci si dimentichi il prima possibile di questa partita.

  •   
  •  
  •  
  •