Champions Juve: Allegri, fai giocare Coman!

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

Coman

Champions Juve: inizia il countdown alla partita più importante della stagione. Juventus-Borussia, sfida tra “nobili decadute” del calcio continentale, protagoniste degli anni novanta(finale di coppa uefa e di champions, una vittoria per parte). La squadra di Dortmund a dir la verità due anni fa era in finale, eppure oggi solo grazie a tre vittorie consecutive non è’ più ultima in Bundes. Fenomeno stranissimo, se si pensa che la maggior parte degli avversari del campionato tedesco sono inferiori a quelli che i gialloneri di Klopp hanno affrontato nel girone della Lega dei Campioni, dove hanno centrato il primo posto nel girone. Su queste prestazioni la Juventus deve porre l’attenzione.  A parte qualche caso sporadico( Mourinho contro il Barca nell’anno del triplete, per fare un esempio), la Champions viene vinta di solito da chi prova ad imporre il proprio gioco. Sopratutto se l’avversario non è’ il Real o il Bayern. Per lo meno provare ad entrare in campo con l’idea di fare un gol in più dell’avversario, sia all’andata che al ritorno. E a questo proposito, per l’ennesima volta da parte di chi scrive, i dubbi sull’idea di gioco di Allegri( possesso palla e meno verticalizzazioni rispetto al passato), permangono e si accrescono sopratutto nelle partite di Champions. Ancora: il Borussia soffre le palle alte, Llorente più di Morata. La Juve ha un grande centrocampo, ma manca di qualcuno che possa far rifiatare Tevez, l’unico che riesce a saltare l’uomo. Per l’ennesima volta: Coman titolare! 19 anni, grandissime qualità, con Tevez e Llorente formerebbe un tridente completo e letale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Capello: "Questa sera ho visto una Juve mediocre. Arthur non ha visione di gioco"