Mourinho, l’intervista alla vigilia di Psg-Chelsea: “La Champions non la vincono i favoriti”. Blanc: “Attenti alle sue provocazioni”

Pubblicato il autore: Emanuele Angelini Segui

mourinho

La Champions League riparte con una delle sfide più attese degli ottavi: Psg-Chelsea. Domani alle 20,45 al Parco dei Principi si affronteranno due tra le squadre favorite per arrivare in fondo in questa edizione della coppa, giudicate nei pronostici degli esperti appena dietro solo a Real Madrid e Bayern Monaco. Il tecnico dei blues Josè Mourinho,  nel corso della rituale intervista della vigilia, ha dichiarato però di non credere molto in questi pronostici e alla domanda se la Champions fosse un affare riservato tra madrileni e bavaresi ha risposto così : “Non sono per niente d’accordo, questo è un torneo che storicamente riserva sempre sorprese, basta guardare l’albo d’oro delle ultime dieci edizioni: quasi mai i favoriti hanno poi trionfato”.

Mourinho è poi entrato nello specifico della sfida contro i parigini, già affrontati e sconfitti nel doppio confronto dei quarti di finale della scorsa Champions League: “Lo scorso anno abbiamo superato il turno nonostante la sconfitta a Parigi. Ci siamo riusciti non perché eravamo più forti, ma grazie al gol segnato in trasferta. In questa fase è fondamentale. Loro hanno una grande squadra – ha continuato – quasi la stessa dello scorso anno, ma con David Luiz (prelevato proprio dal Chelsea, ndr) in più. Noi invece abbiamo cambiato molto, anche per quanto riguarda lo stile di gioco”. In merito alla formazione Mourinho ha sciolto i dubbi sulla presenza di Diego Costa: “Sarà in campo dal 1′, anche se non può essere al top in quanto non gioca da tre partite”. Dubbi che invece rimangono per quanto riguarda il portiere: Courtouis o Cech? “Non lo so, non ho ancora deciso chi giocherà. In ogni caso, sono due tra i migliori portieri al mondo; quindi comunque vada schiereremo un portiere di altissimo livello”.

Oggi è stata giornata di interviste anche in casa Psg, dove Laurent Blanc ha voluto lanciare una frecciatina nei confronti di Mourinho: “Proverà ad alzare la tensione in campo, lo conosco. Dobbiamo restare freddi, mantenere la calma e non cadere nelle provocazioni. Il tecnico francese ha dichiarato poi di essere fiducioso nonostante le sicure assenze per infortunio di Cabaye, Aurier e Lucas e il dubbio sulla presenza di Marquinhos, Motta e Matuidi“Verificheremo fino all’ultimo le condizioni dei giocatori in dubbio, se mi diranno di sentirsi al 100% giocheranno. In ogni caso, andrà in campo una squadra competitiva. Abbiamo tanti campioni. Sarebbe importante riuscire a non prendere gol in casa”. Blanc ha poi concluso sottolineando l’importanza di Zlatan Ibrahimovic in questo genere di sfide: “È uno dei nostri leader, nelle partite difficili lui si esalta. Per vincere abbiamo bisogno del miglior Ibra”.

  •   
  •  
  •  
  •