Sorteggio Champions Juve, i possibili avversari: Barca e Bayern da impresa

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

Sorteggio champions juve

Sorteggio Champions Juve, i possibili avversari del sorteggio di domani, ore 13, a Nyon: proviamo a fare un gioco e paragoniamoli alle salite del ciclismo. Monaco: sino al match di ritorno con l’Arsenal sembrava tra le outsider più’ pericolose, non fosse altro per la difesa di ferro e per l’imbattibilità casalinga in Europa da 10 anni. Ora esce ridimensionata dagli ottavi. Un colle di seconda categoria, la migliore da pescare. Porto: come squadra è tecnicamente dotata, sopratutto davanti ha giocatori che possono fare la differenza. L’infortunio di Danilo le toglie un po’ di verve, ma Ibrahimi e compagnia dribblante sono un pericolo costante. Due stelle e mezzo per la salita lusitana. Atletico Madrid: qui la pendenza sale. L’anno passato a due minuti dalla coppa dalle grandi orecchie, appare meno efficace, vuoi per la partenza di Diego Costa e Felipe Luis, vuoi per il gioco logorante di Simeone. La Juventus già l’ha affrontata nel girone, conosce quindi la “strada” con le sue insidie e i punti dove attaccare. Tre stelle. Paris Saint-Germain: sembra aver trovato maturità e consapevolezza nei propri mezzi, dopo l’impresa con il Chelsea. La mancanza di Ibra per una o due giornate potrebbe però rendere l’ascesa meno dura, per quanto i campioni non manchino: Pastore sta ritrovando i ritmi dei tempi migliori, Cavani è sempre un fuoriclasse efficace davanti e utile anche dietro. In difesa Thiago Silva sembra però lasciato un po’ solo, David Luiz è due categorie sotto il compagno di nazionale. Anche il centrocampo, nonostante l’ottima prova di Londra, se attaccato con inserimenti veloci risente della mancanza di fisicità di Verratti e della lentezza di Motta. Tre stelle e  mezzo. Con il Real Madrid il discorso è complicato: una salita all’apparenza impossibile, ma che ha rischiato di farsi domare da buoni pedalatori, non da fuoriclasse, quelli dello Schalke 04. Se fisicamente è integra la squadra di Ancelotti è un ostacolo durissimo, ma per tipo di gioco comunque la più’ abbordabile tra le ultime tre salite. Quattro stelle e mezzo. Barcellona e Bayern Monaco: fuori categoria. Come il Tourmalet o l’Alpe D’Huez serve l’impresa, che sostanzialmente significa possedere tre requisiti: giornata perfetta per la Juve, giornata storta per gli avversari, un bel po’ di fortuna. Il Bayern è fisicità e tecnica allo stato puro, una perfetta auto tedesca, e per di più con la Schiffer degli allenatori al volante. Il Barcellona corre dieci volte più’ velocemente degli avversari, ha il più’ forte giocatore del mondo, più’ due degli attaccanti tra i primi 10 del globo. Anche qui serve l’impresa di giornata, e tanta tanta fortuna.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: