Finale Champions Juventus Barcellona. Del Piero: “Non essere favoriti è un vantaggio”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Finale Champions League Del piero
Manca poco al fischio di inizio della finale Champions Juventus Barcellona che avrà inizio alle ore 20.45 e che Supernews.it seguirà in diretta Live. A pochi minuti dal match Alex Del Piero ha incontrato la stampa per raccontare le proprie sensazioni. Queste le sue parole.

DEL PIERO A ITALIA 2

Che emozioni stasera?
“Questa sera si alternano emozioni molteplici, questo stadio mi ha regalato la gioia più bella a livello sportivo, poi ultimamente ho una voglia immensa di oltrepassare la linea di bordocampo. È bello per la Juventus e per il calcio italiano essere qui stasera, è un momento importantissimo, incrociamo le dita e vediamo come va”.

Potevi essere qui?
“Sì e no, le strade mia e della Juventus sono andate molto bene, siamo uniti dalla passione, dal calcio, dai tifosi, ma sono felice così adesso”.

Può essere la serata di Tevez, tuo erede col 10?
“Sì, anzitutto perché viene da un anno strepitoso, ha fiducia in sé stesso e i compagni lo sentono. Poi è un argentino, sa come si fa. Infine ha esperienza in questa competizione, finalmente quest’anno è riuscito a segnare in Champions League, davanti a lui ha Messi con cui non c’è stato sempre buon sangue. Credo che la tavola sia ben servita per lui, speriamo la onori assieme ai suoi compagni, perché deve essere una partita globale contro una squadra fortissima anche a livello di singoli”.

DEL PIERO A SKY
Emozioni forti qui…
Si molto, questo stadio rappresenta qualcosa di magico speriamo che lo diventi ancora di più stasera. Ricordo quella notte del 2006… Unica!

Cosa serve per non sentire la tensione?
La Juve sta bene anche perché non è favorita e c’è meno pressione. In questi momenti non vedi l’ora di iniziare… l’importanza del match e l’energia la senti. Ripercorri quello che hai affrontato durante l’anno e ti carichi

Quanto è forte la sensazione che si prova quanto si entra in campo?
Quando si entra in campo finalmente puoi iniziare a mettere in campo le emozioni, l’aspetto mentale ed emotivo è fortissimo. Da questi momenti inizi davvero a vincere la partita.

Buffon che ti ha detto?
No niente di particolare. Lui è il capitano di questa squadra, era con me in B quando la Juve è rinata, dopo avere alzato la coppa del Mondo, sono contento che possa vivere una serata del genere. Anche perché è raro avere questa occasione, sarà un momento unico per molti giocatori

 Tevez e Messi?
Sono due storie differenti.  Messi ha avuto una carriera devastante, Tevez quest’anno ha avuto una stagione più regolare e incredibile, poi  ha trascinato la squadra dimostrandosi leader carismatico. Io non credo ci sia grossa differenza. Spero che Tevez possa dimostrare tutto quello che vale stasera

  •   
  •  
  •  
  •