Finale Champions League: i “gufi” anti-Juventus si riuniscono a Rieti

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui

C’è molta attesa per la finale Champions League 2014/2015 che si terrà questa sera All’Olympiastadion di Berlino tra Juventus e Barcellona. Era dal 2010, anno del celebre triplete dell’Inter allenata da Mourinho che un club italiano non arrivava così lontano nella coppa più importante per i Club.

Come è noto, un evento sportivo importante come la finale Champions League non può che dividere il pubblico delle grandi occasioni e così sarà per la partita di questa sera. La Juventus è storicamente una delle squadre più tifate in Italia ma contemporaneamente anche una delle più odiate dai tifosi avversari e così il pubblico italiano che si troverà numeroso ad assistere stasera alla finale Champions League si troverà spaccato in due fazioni avversarie: da un lato coloro che, tifosi della Juventus e non, daranno il proprio sostegno ai bianconeri in nome di un più alto onore del calcio italiano nel mondo, dall’altro coloro che, non riuscendo a mettere da parte la propria rivalità verso il pluripremiato club torinese, assisteranno alla partita in veste di “gufi”, sperando nella vittoria del Barcellona trainato da Leo Messi.

Tutti i gufi radunati a Rieti

A tal proposito emblematica è una manifestazione organizzata nella città laziale di Rieti, in cui si parla da giorni di un raduno di gufi anti-juventini (come riportato dal sito locale Rieti-life): un nutrito gruppo di tifosi accomunati dall’antipatia verso la squadra di Allegri avrebbe infatti organizzato un vero e proprio gruppo di supporto al Barcellona per questa sera in una località tenuta segreta, preparando secondo indiscrezioni caroselli e sberleffi verso la Juventus in caso di vittoria nella finale Champions League del club catalano. Pare che iniziative di questo tipo non siano nuove nella zona, in cui lo stesso gruppo nel 2010 avrebbe organizzato una simile iniziativa ai danni dell’Inter di Mourinho: iniziativa che in quel caso non ebbe i risultati sperati portando anzi fortuna ai neroazzurri che come è noto vinsero la finale Champions League in quell’anno.

  •   
  •  
  •  
  •