Juventus, contro il Siviglia gli spettri di Immobile e Llorente

Pubblicato il autore: Federico Montalto Segui

Napoli

IMMOBILE JUVENTUS SIVIGLIA LLORENTE – Vigilia di Champions League per la Juventus. I bianconeri provano a dimenticare le delusioni del campionato e si rituffano nella competizione europea, che fin ora ha regalato una delle uniche due vittorie stagionali. La squadra di Allegri vuole dare seguito alla gara dell’Ethiad Stadium contro il Manchester City, ma di fronte si troverà il Siviglia, una squadra da non sottovalutare. La formazione allenata da Unai Emery, fresca vincitrice dell’Europa League, titolo che ha dato la possibilità agli spagnoli di giocare la Champions League, è una squadra tosta e in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario. La partita tra Juventus e Siviglia, oltre i tre punti in palio, avrà anche un sapore speciale per via della coppia d’attacco degli spagnoli, formata da Ciro Immobile e Fernando Llorente, due giocatori che a Torino conoscono molto bene. Il primo, che è stato di proprietà della Juventus, non ha mai avuto la possibilità di vestire la maglia bianconera, ma è stato il protagonista di un’annata straordinaria con il Torino; il secondo, invece, che non sarà della partita per un infortunio, ha trascinato la Juventus a suon di gol verso lo scudetto, l’ultimo di Conte, prima di essere accantonato da Allegri in favore di Morata.

Leggi anche:  Lazio, gli ottavi di Champions League sono vicini

Dopo una stagione non esaltante al Borussia Dortmund, Ciro Immobile ha scelto il calore dell’Andalusia per provare a rilanciare la sua carriera, anche se fino a questo momento non è riuscito a mettersi particolarmente in mostra. Adesso l’attaccante di Torre Annunziata spera di  riscattarsi proprio contro la Juventus: “So che è presto, ma arriverà anche il mio momento – ha dichiarato Immobile ai microfoni di Tuttosport -, spero di giocare a Torino. Sono sereno, a Siviglia non mi sono mai sentito una riserva: faccio parte del gruppo e i gol arriveranno presto. Per ora mi interessa solo passare il girone di Champions, spero che il Siviglia riesca a qualificarsi insieme alla Juventus”.

Ciro Immobile è stato vicino alla Juventus, poi i bianconeri hanno deciso di puntare su Simone Zaza:Non tocca a me giudicare – prosegue Immobile -, hanno preso una decisione e la rispetto. L’invidia non fa parte del mio carattere, sono contento per Simone: siamo compagni in Nazionale, sono sicuro che riuscirà a ritagliarsi uno spazio con la Juventus. Derby? Provo un grandissimo affetto per il Torino, ma non credo che questa partita sia un derby. Sarà comunque una partita speciale perché sono italiano e affronteremo la Juventus. Se dovessi segnare, esulterei: non sarebbe un’esultanza contro la Juventus, ma la rete mi manca da troppo tempo e sarei contentissimo di tornare al gol”.

Infine una battuta sul momento difficile della Juventus, che in campionato ha raccolto solo cinque punti in sei partite: “Penso sia una questione di meccanismi di squadra, non di qualità dei singoli giocatori. La Juventus è ancora la favorita per lo scudetto, ha tanti giocatori che possono fare la differenza. Domani mi aspetto la squadra che ha battuto il Manchester City, non quella del pareggio con il Frosinone”.

Leggi anche:  Dove vedere Juventus-Dinamo Kiev, streaming e diretta tv Champions League

Non ci sarà invece Fernando Llorente, fermato da un infortunio: “Ho un problema muscolare – ha dichiarato lo spagnolo -, preferiamo non rischiare. Tenevo tantissimo a questa partita. Ho passato due anni meravigliosi alla Juventus, mi dispiace moltissimo non poter giocare”.

Il calcio d’inizio della partita tra Juventus e Siviglia è programmato per mercoledì 30 settembre alle 20:45. Per la sfida dello Juventus Stadium, Unai Emery avrà a disposizione 20 giocatori: nella lista dei convocati non risultano Llorente e Vitolo, entrambi tenuti precauzionalmente a riposo in vista della partita di Liga di sabato prossimo contro il Barcellona. Questa la lista dei convocati per Torino: Sergio Rico, David Soria, Coke, Mariano, Tremoulinas, Kolo, Andreolli, Luismi, Matos, Krychowiak, Iborra, Nzonzi, Cristoforo, Reyes, Krohn Dehli, Konoplyanka, Gameiro, Immobile, Juan Soriano e Juan Munoz.

  •   
  •  
  •  
  •