Manchester City Juve, Champions League: Lemina scalda i motori

Pubblicato il autore: Redazione Segui

manchester city juve

Manchester City Juve, partita inaugurale del girone di Champions League, si giocherà tra poco più di 24 ore e per la Juventus è già una gara decisiva sotto molti punti di vista. La “piccola crisi” in campionato, con un solo punto raccolto nelle prime tre partite, costringe la Juve a una buona prestazione in Champions, per spazzare via tutte le nubi che si stanno addensando sopra Vinovo. Avversario peggiore, però, non potrebbe esserci: il Manchester City, infatti, in Premier League le ha vinte tutte e non ha subito neppure un gol. Pertanto non basterà, alla Juventus, una prestazione “normale”: i bianconeri dovranno superarsi per non incorrere in una brutta figura che potrebbe poi condizionare il prosieguo della stagione. Ricordate, ad esempio, i 7 gol rifilati dal Bayern Monaco alla Roma lo scorso anno? I giallorossi, dopo quella pesantissima sconfitta, non si sono mai più veramente ripresi e la Juve ha avuto vita facile in campionato.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter-Juventus: ecco le scelte di Conte e Pirlo

Manchester City Juve: spazio a Lemina

La cosa peggiore che potesse capitare alla Juve in questo momento era l’infortunio di Marchisio, cosa che si è puntualmente verificata perché, quando una cosa può andare male, lo fa. Come sostituire allora Marchisio nella delicatissima trasferta di Manchester? A molti è sfuggita una cosa interessante detta da Allegri nella conferenza stampa prima di Juve Chievo: “Abbiamo preso Lemina come vice Marchisio”. Ma allora, perché Lemina non ha giocato il secondo tempo di Juve Chievo, quando Marchisio ha dovuto lasciare il campo per infortunio? Forse la Juventus, già sotto di un gol, non aveva bisogno di altri esperimenti e di altri esordi, così Allegri ha preferito arretrare Hernanes in regia. In Manchester City Juve, però, si parte da 0 a 0 e quindi l’impiego di Lemina a questo punto diventa probabile, se non possibile. Ai suoi lati, in un centrocampo a tre, spazio a Pogba e Pereyra, con Hernanes nel suo consueto ruolo di trequartista. Lemina, lo diciamo subito, non è un regista tradizionale, scordatevi Pirlo, per intenderci, non ha il lancio di 40 metri a liberare le punte, ma ha grande forza fisica e recupera molti palloni, unendo tutto questo a una buona tecnica di base. Potrebbe, insomma, essere la carta giusta da gettare nella mischia in Manchester City Juventus, partita da non fallire.

  •   
  •  
  •  
  •