Zlatan Ibrahimovic, provaci ancora! Un’altra chance per lo svedese

Pubblicato il autore: Pierluigi Guerci Segui

zlatan-ibrahimovic_1xgogbczx6hhn1xmu7rdcqrv7i

Zlatan Ibrahimovic, questa sera tornerà in campo con il suo Psg nella competizione che per lo svedese è ormai diventata un vero  e proprio tabù, una maledizione. La maledizione di Zlatan Ibrahimovic è diventata una pressione enorme per lo svedese che ogni anno tenta di arrivare fino in fondo alla massima competizione europea e ogni anno si trova sotto il bersaglio delle critiche per la sua poca incisività in campo internazionale.

Ma come si può criticare un giocatore come Zlatan Ibrahimovic? 631 partite, 342 gol in carriera. 2 campionati olandesi, 1 coppa d’Olanda e 1 Supercoppa d’Olanda (con l’Ajax), 1 campionato italiano (revocato con la Juve), 3 Supercoppa italiana (2 con l’Inter, 1 con la Juve), 4 campionati italiani (3 con l’Inter, 1 con il Milan), 2 Supercoppa di Spagna, 1 campionato spagnolo (con il Barcellona), 3 campionati francesi, 3 Supercoppa di Francia, 2 coppa di lega francese, 1 coppa di Francia (con il Psg). Questi sono tutti i titoli nazionali vinti da Zlatan Ibrahimovic. Un’infinità di trofei nazionali che gli hanno dato la nomina di mister scudetto. Dove va vince. Ma in ambito internazionale? Nonostante come detto la mancanza del torneo più prestigioso d’Europa nella sua bacheca, Zlatan Ibrahimovic può vantare 1 Supercoppa Europea e 1 Campionato del Mondo per Club vinti entrambi con il Barcellona.

Leggi anche:  Dove vedere Inter-Real Madrid Champions League, streaming live e diretta tv Mediaset?

A livello individuale, Zlatan Ibrahimovic vanta tantissimi trofei: 9 Guldbollen (pallone d’oro al miglior giocatore svedese), 10 Oscar del calcio AIC, 4 ESM Team of the Year, 4 UEFA team of the year, 1 Jerringpriset (assegnato al miglior atleta svedese), 1 Equipe Journalist’s Best player, 2 capocannoniere della serie A, 1 Golden Foot, 2 capocannoniere della Ligue 1, 5 trophées UNFP du football, 1 FIFAPro XI, 1 FIFA Puskas Award, 1 squadra della stagione UEFA Champions League, 1 capocannoniere della Coupe de la Ligue 1.

Tantissimi titoli a livello individuale e di club ma mancano forse i più importanti, il pallone d’oro e la Champions League, due cose strettamente legate tra loro. Se non arriva la vittoria in Europa, mai arriverà il pallone d’oro che un giocatore come Zlatan Ibrahimovic dovrebbe vincere almeno una volta in carriera.

Pur non avendo vinto la Champions, Ibra vanta due record importanti nella massima competizione europea. Ibra è, infatti, l’unico giocatore ad avere segnato in Champions League con sei squadre diverse (in ordine cronologico: Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan e Paris Saint-Germain). Con nessuna delle sei squadre citate è riuscito ad arrivare fino in fondo. L’apice di Zlatan è arrivato nel 2010 quando con il Barcellona è arrivato in semifinale prima di subire una sconfitta nell’orgoglio essendo stato eliminato dalla sua ex squadra, l’Inter che fino alla stagione precedente in Euorpa stentata. Sappiamo tutti che quell’Inter è andata a vincere poi la finale di Madrid contro il Bayern Monaco. L’altro record è essere il miglior marcatore della storia del Paris Saint-Germain in Champions League con 15 reti. In Champions, Ibra ha anche un record negativo, è ,infatti, il giocatore con più espulsioni in Champions League (4, al pari di Edgar Davids).

Leggi anche:  Champions League stasera, SKY o MEDIASET? Dove vedere Juventus Ferencvaros in streaming e in tv

Zlatan Ibrahimovic è anche uno dei 10 calciatori che sono riusciti a realizzare 4 reti all’interno di un solo match di UEFA Champions League. Sono 4 infatti i gol realizzati all’Anderlecht il 23 ottobre del 2013 nella terza partita della fase a gironi.

Questa sera (mercoledì 30/09) Zlatan Ibrahimovic tornerà all’assalto della coppa dalle grandi “orecchie”, Il suo Psg è atteso da una trasferta ostica in Ucraina, in casa dello Shakhtar Donetsk che dopo le 4 reti incassate al Santiago Bernabeu dal Real Madrid, non può permettersi un’altra figuraccia davanti al proprio pubblico nella Donbas Arena. Psg che parte comunque favorito e dopo aver liquidato il Malmo (il passato di Ibra) con un secco 2-0 cerca la seconda vittoria che darebbe avvio al testa a testa per la conquista del primato del girone con il Real Madrid, che sarà invece impegnato nella trasferta svedese in casa del Malmo al Malmo Stadion.

  •   
  •  
  •  
  •