Champions League, la vigilia di Garcia e Florenzi: “Vincere per andare avanti!”

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui
Garcia e Florenzi
La Roma è già proiettata in direzione Champions. La squadra giallorossa è a Leverkusen, dove è arrivata in tarda mattinata. Domani sera ci sarà infatti l’attesissimo match di Champions League contro il Bayer. Questa sera invece Rudi Garcia e Alessandro Florenzi hanno dato appuntamento ai cronisti nel Media Center della BayArena, per le consuete dichiarazioni della vigilia. Partiamo con le parole di Florenzi. Il tuttofare romanista è consapevole che la Roma, dopo lo scivolone di Borisov, non può più permettersi altri passi falsi: ”Dovremo entrare in campo con più cattiveria, e dovremo stare concentrati per 95 minuti, con l’unico obiettivo di portare a casa dei punti”. Alessandro è consapevole che la Roma è chiamata in Europa ad un salto di qualità quest’anno, dopo la precoce eliminazione nella scorsa stagione: ”Era da tanti anni che la Roma non giocava in Champions. L’anno scorso secondo me ce l’abbiamo messa tutta e quest’anno vogliamo fare un piccolo salto di qualità. Passa tutto dalla gara di domani e dalla partita di ritorno contro il Bayer Leverkusen. Noi siamo venuti qui per dire la nostra!’‘. Florenzi sa che c’è più attenzione su di lui a livello europeo, dopo il suo gol da cineteca al Barcellona: ”Lo spero, vuol dire che sto facendo buone prestazioni… Sto lavorando per diventare un giocatore importante sia nella Roma, che in Nazionale. Voglio farmi vedere in ambito europeo e farmi conoscere anche fuori dall’Italia”. Infine, Alessandro fa le lodi di Garcia e Conte: ”Ho la fortuna di avere due allenatori bravi, che stanno tirando fuori il meglio di me. Sono felice di ripagarli con queste prestazioni. Ma non devo fermarmi qui, perchè per me deve essere solo l’inizio!”
E veniamo ora alle parole di Rudi Garcia, il condottiero di questa Roma che vuole diventare grande in Italia ed in Europa. In apertura, una bella notizia per i tifosi giallorossi:Dzeko e Rudiger sono pronti per tornare. Forse però non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe. In difesa serve meno sforzo, che in attacco. ma comunque sono pronti tutti e due. Posso contare su una rosa di qualità. A parte le due assenze pesanti di Totti e Keita, posso contare su tutti gli altri!”. Entrando ora più dettagliatamente dentro la partita di domani: che Bayer si aspetta Garcia? ”Sappiamo che il Leverkusen è una buona squadra, che fa un pressing alto e che gioca a ritmi alti. Sappiamo anche che ha fatto un bell’inizio di Champions, mentre invece in campionato ha iniziato un pò meno bene. E’ una squadra con giocatori di alto livello. Domani sarà una grande gara, noi sappiamo che andiamo lì per fare risultato. So che sono 15 anni che la Roma non fa risultato in Germania, ma noi cercheremo l’exploit! Dopo il doppio confronto col Bayer Leverkusen, ci saranno solo 2 partite e saranno poche per cercare di qualificarci. Per cui la partita di domani è importante: in caso di vittoria, sarebbe un passo avanti verso la qualificazione. Dopodichè, domenica prossima avremo anche la possibilità di diventare primi in campionato: è una settimana eccitante e sono contento di viverla, meglio se con dei risultati positivi!’‘.
Garcia rimane abbastanza criptico sullo schieramento tattico di domani: ”Con l’Empoli abbiamo vinto con un modulo che è lo stesso che abbiamo usato a Palermo ed anche nel 2° tempo di Borisov: col 4-4-2 abbiamo giocato abbastanza bene e possiamo utilizzarlo anche domani, ma dipende da tante cose. Dipende anche da come giocherà l’avversario… L’importante è l’atteggiamento che metteremo sul campo, ci vuole fiducia nei propri mezzi… Il Bayer gioca su ritmi alti, noi vogliamo vincere, allora sarà una gara intensa da seguire. Noi, per ottenere dei punti, dovremo fare una granda gara!’‘.
Rudi Garcia non accetta le critiche di chi non lo vede adatto ad una dimensione europea: ”Io gioco sempre per vincere! Non parlo di Lille, perchè quella Champions lì era un’esperienza diversa da questa. Da quando sono a Roma abbiamo giocato solo 8 volte in Champions: 2 di queste era contro il Bayern, altre 2 contro il Manchester City, ed una contro il Barcellona, per cui… Si potevano fare più punti, ma non serve a nulla guardarsi indietro, la classifica è quella è non possiamo più cambiarla. Serve prendere punti domani, per fare un bel passo in avanti nella qualificazione. Domani è una partita non decisiva, ma importante sì! Stiamo facendo esperienza nella competizione e l’ambizione è quella di superare il girone. Dopo Borisov sappiamo ancora meglio che se non si vince, ci si allontana dalla qualificazione. Dobbiamo mettere in campo tutte le qualità che ci hanno portato ad essere secondi in campionato, ma non basta: non dobbiamo far sfruttare all’avversario le sue qualità! Abbiamo preso troppi goal e dobbiamo trovare più equilibrio durante la stessa gara”.
Rudi infine assicura di aver studiato a menadito la squadra di Schmidt: ”Dal primo luglio loro hanno giocato 14 partite e le abbiamo studiate quasi tutte: ci sono cose che tornano, per esempio sulla loro qualità. Ma quelle gare dimostrano anche che non esiste una squadra perfetta. Non lo è la Roma e non lo è neanche il Bayer Leverkusen. Li abbiamo studiati e sono i piccoli dettagli che a volte fanno la differenza. Può essere per esempio un calcio piazzato, o alcune particolari situazioni di gioco. Io continuo a dare informazioni in tal senso ai miei giocatori”.
  •   
  •  
  •  
  •