Conferenza stampa Garcia: “Vincere per passare il turno”

Pubblicato il autore: Debora Stefani Segui

Garcia
Comincia una settimana cruciale per la Roma che affronterà domani sera in trasferta il Bayer Leverkusen e poi la Fiorentina nella prossima giornata di campionato. Se quella con i viola potrebbe essere la sfida che vale il primo posto in campionato, il mach con i tedeschi sarà fondamentale in chiave passaggio del turno. Ma in conferenza stampa Garcia invita a mantenere la calma: “Questa gara è importante, non decisiva“.

SUI RECUPERI: Nonostante le assenze importanti di Totti e Keita, il tecnico giallorosso nello scontro con il Bayer potrà contare sul difensore Antonio Rudiger e, soprattutto, sull’attaccante bosniaco Edin Dzeko, arma in più nell’arsenale di Garcia.

SULL’AVVERSARIO: Con i tedeschi il tecnico francese è cosciente di non poter sbagliare. L’obbiettivo è certamente la vittoria, in quanto secondo lo stesso Garcia ogni girone di Champions è come un “mini campionato“, dove, per passare il turno, bisogna certamente vincere, mettendo in campo quanto di buono visto contro l’Empoli, ma anche facendo tesoro della partita con il Bate Borisov. La chiave per trovare l’exploit in Champions per la Roma sarebbe quindi tutta psicologica per il mister, che comunque non manca di sottolineare che in caso le reti subite siano troppe, anche l’equilibrio tattico andrebbe modificato.
Sulla stessa lunghezza d’onda si trova Florenzi. Il difensore romano, sempre in conferenza stampa dice: “Rispetto a Borisov dobbiamo affrontare la gara con un altro piglio, l’obiettivo è quello di scendere in campo con più cattiveria e stare concentrati per 95 minuti per fare punti“.
Sarebbe inoltre un errore sottovalutare il Bayer che non sta brillando in campionato, perchè è una squadra dalle molte qualità; nello specifico a proposito dei tedeschi Garcia parla di “una buona squadra che fa un pressing alto e gioca tenendo buoni ritmi“.

Leggi anche:  Roma, caos a Trigoria: duro confronto Fonseca-squadra. Ecco i dettagli

SUL MODULO: L’idea di giocare con tre punte non è del tutto tramontata. Anche se in conferenza stampa Garcia ammette che con il 4-4-2 la sua squadra ha girato meglio sia a Empoli che nel secondo tempo con il Borisov, l’allenatore rimane convinto che la chiave del successo sia saper giocare con un diverso modulo a seconda anche all’avversario. Quello che emerge dalle dichiarazioni di stampo tattico è che comunque l’atteggiamento sarà la chiave del mach di domani con il Bayer.

DIFFICOLTA’ CHAMPIONS: C’è chi ricorda a Garcia che ha vinto solo tre volte nella massima competizione europea con i giallorossi. Ma il francese ribadisce il fatto che la Roma sta facendo esperienza e che negli anni passati si è trovata ad affrontare dell big d’Europa come Barcellona, Manchester City e due volte il Bayern, “non possiamo cambiare quei risultati“, afferma, fanno parte del passato. La squadra dovrà dare tutto in campo concentrandosi sul presente, forte anche di alcuni nuovi acquisti che conoscono meglio il torneo.

Leggi anche:  Roma, giovedì elettrico a Trigoria: "Non ci alleniamo"

FLORENZI: Il difensore dei giallorossi e della Nazionale spera di ripetersi dopo il magico gol contro il Barcellona e di rimanere sotto i riflettori che l’hanno immediatamente coinvolto. Il giocatore romano ringrazia i due tecnici che stanno, secondo lui, tirandogli fuori le migliori qualità: Conte in Nazionale e Garcia alla Roma. Il suo obiettivo è diventare una pedina imprescindibile delle due formazioni.

  •   
  •  
  •  
  •