La Juventus ha bisogno di Morata in Champions League

Pubblicato il autore: Danilo Aurilio Segui

Morata in Champions League
La Champions League va avanti e ieri si è conclusa un’altra giornata riguardante la fase a gironi. Alvaro Morata ha sempre dimostrato di meritare il ruolo in Champions League grazie ai numeri che dimostrano quanto la competizione sia di suo gusto. Alla Juventus senza dubbio serve Morata, e indirettamente lo ha anche detto il giocatore stesso durante l’ultimo ritiro con la Spagna. “Ora sono davvero maturato sotto tutti gli aspetti del gioco. Allegri mi fa giocare in una posizione diversa dal solito, gioco in corsia e di conseguenza si corre di più ma soprattutto si deve difendere maggiormente. Anche con il Real Madrid B utilizzava quella posizione ma lì mi piaceva di più. In Serie A è diverso perchè le squadre difendono molto bene ed è difficile che lì davanti arrivi il pallone. Più aumenta la distanza dalla porta più è difficile segnare, ed un attaccante vive per i gol. Tuttavia so che questo cambiamento è per il bene dell’intera Juventus, e di conseguenza farò il meglio e ci metterò tutto il mio impegno“. Dopo le parole del giocatore, alla Juventus serve Morata non solo per attaccare e segnare ma anche per difendere e coprire.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Il problema tra Juventus e Morata non è uno ma bensì due,  Dybala e il sistema di gioco. Riflettendo su questi due aspetti, noterete come anch’essi sono ben connessi tra loro. Allegri una volta schierato il 4-3-3 sfrutta ovviamente Cuadrado come ala destra, e siccome Dybala viene inserito nella corsia centrale, il bomber spagnolo sarà costretto a giocare sulla fascia sinistra. Questa posizione secondo Allegri è la migliore per Morata. Di conseguenza per far tornare Morata più vicino alla porta bisogna adottare la strategia della scorsa stagione, far giocare lo spagnolo in prima o seconda punta, e fare coppia con Mandzukic o anche con Dybala o Zaza. In questo caso il sistema di gioco dovrebbe passare al modulo “3-5-2” o anche la famosa bozza di Allegri “4-4-2” basta che in attacco siano presenti due attaccanti.

Leggi anche:  Luigi Mastrangelo a SuperNews: "Fefé De Giorgi grande tecnico, non mi è piaciuto il trattamento riservatogli in campionato. Per questa Nazionale un futuro pazzesco. Juventus? Con Allegri l'inizio stagione è sempre un po' "diesel"..."

I successi di Morata alla Juventus in Champions League

Molti potrebbero chiamarla coincidenza, altri giusta strategia. La verità non è ancora ben chiara ma quel che si sa è che l’ultimo gol segnato da Morata alla Juventus in Europa risale alla partita contro il Siviglia, e “casualmente” in quella partita venne utilizzato il modulo 3-5-2 in quel caso Morata faceva coppia con Dybala, e alle fasce sostenuto da Cuadrado ed Evra. Un altro caso è la partita Juventus-Manchester City in cui venne utilizzato un modulo simile al 4-4-2 nel quale Alvaro utilizzava sempre una posizione in cui faceva sacrifici, poichè difendeva tanto, copriva il centrocampo e allo stesso tempo pressava per aiutare la squadra. Morata alla Juventus non segna dall’ultima partita risalente contro il Bologna, e da allora il giocatore è esclusivamente nella fascia sinistra. Allegri deve rivedere il modulo di gioco e infatti in una conferenza stampa ha dichiarato di pensare di poter applicare il 3-5-2 e in quel caso potrebbe il bomber Morata sfruttare l’opportunità e giocare più vicino alla porta. Vedremo i benefici che Morata porterà alla Juventus.

Leggi anche:  Raiola alla Rai: "Pogba, ritorno alla Juve assolutamente possibile"

Morata contro il City in Champions League

  •   
  •  
  •  
  •