Garcia: “Pari buono come il pane”

Pubblicato il autore: Livio Cellucci

Garcia Bate
”Qualificarci nelle condizioni di questo momento è sempre importante: anche nella sofferenza, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo!”. Rudi Garcia sceglie il bicchiere mezzo pieno ed elogia la squadra: ne loda il carattere, pur consapevole che la Roma di stasera non è stata certo la migliore della stagione. Queste le sue parole al termine di Roma-Bate Borisov: ”Fare dei risultati in momenti complicati come questi è sempre importante. Bisogna stare ancora più vicini alla squadra, perchè ha mostrato carattere! Ci siamo qualificati e questo è l’importante. Poi giocheremo gli ottavi solo a febbraio e per allora avremo ritrovato un pò più di forza, soprattutto in attacco”. Rudi Garcia non accetta di buon grado di fischi dell’Olimpico per sè e per i giocatori: ”Bisogna essere equilibrati nei giudizi: con 24 tiri in porta, ci si aspetta di segnare e, se si segna, poi si soffre di meno… Non siamo una squadra che gioca male…Non faccio tutto l’elenco dei giocatori che abbiamo in infermeria. E poi dico sempre che per un giocatore è importante la fiducia: se un giocatore sente fiducia, fa altre cose… I ragazzi devono essere forti, ”blindati” nella loro testa e devono giocare il loro calcio. Abbiamo avuto un bell’inizio nel secondo tempo ma poi, visto che non si segna, bisogna a quel punto anche stare attenti… La cosa fondamentale è avere centrato l’obiettivo! Daremo tutto prima di Natale, ora dobbiamo recuperare in fretta per il Napoli, dopodichè avremo la Coppa Italia e poi il Genoa in casa e noi vogliamo chiudere bene l’anno. Poi, col ritorno di alcuni nostri giocatori importanti, le cose andranno sicuramente meglio. E non dimentichiamo che ci manca la Curva Sud, che è il cuore della nostra tifoseria: con la Sud, c’è un altro ambiente che trascina tutta la squadra. In queste condizioni, abbiamo mostrato carattere! Un giudizio su Szczesny e Dzeko? Szczesny ha fatto una parata strepitosa, e noi l’abbiamo preso per fare queste cose. Su Edin sono tranquillo: è stato utile, nonostante nel finale avesse i crampi ed ha sofferto un pò sul piano fisico. Ma mi sono girato ed in panchina, dopo l’ingresso di Salah, non avevo più giocatori offensivi da mettere…”.

Rudi Garcia non nasconde che nella qualificazione della sua Roma ci sia anche una parte di fortuna: ”La fortuna fa parte del gioco: la fortuna va a chi osa fare le cose… E senza carattere, non si può osare. I giocatori sono forti e meritano non solo di essersi qualificati, ma anche di raggiungere altri obiettivi quest’anno. Parleremmo differentemente di questa Roma se non avessimo perso 4 punti tra Bologna e Torino… Vediamo a Natale dove siamo…Beh…saremo in Champions, questo è sicuro!”. Rudi Garcia poi parla anche del Barcellona: ”Ha fatto una grande partita, come anche i due portieri di Roma-Bate… Ma so che oggi i catalani hanno giocato solo con 3 titolari… Per questo noi oggi volevamo solo vincere, anche se non l’abbiamo fatto. Ma alla fine questo pareggio ci serve come il pane!”. Infine, il tencico giallorosso indica ai suoi dove migliorare per il futuro: ”Dobbiamo pressare tutti insieme e dare più soluzioni ai nostri possessori di palla. Oggi abbiamo giocato troppo poco tra le le linee”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, dove vedere Inter-Roma: streaming e diretta tv DAZN o SKY?