Champions League, Juventus, carica Khedira: “Il Bayern non ci fa paura”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

khedira-juventus-luglio-2015-ifa


Alla vigilia del big match di Champions League, il pensiero della Juve è tutto proiettato al Bayern Monaco. Lo Juventus Stadium per una notte vestirà gli abiti delle grandi occasioni, come ormai da tempo ci ha abituati questa Juve creata dal trio Allegri, Marotta, Agnelli. I bianconeri hanno attraversato una burrascosa tempesta, ma sono riusciti a trovare la luce del faro, l’obiettivo a cui l’ambiente in bianco e nero sta puntando con insistenza: l’affermazione a livello internazionale, il ritorno tra le grandi squadre europee per recitare una parte attiva nella storia del calcio di oggi.

Dalle colonne della Bild tedesca, Sami Khedira carica tutto l’ambiente bianconero e lancia la sfida al Bayern Monaco: “È una delle squadre più forti al mondo, ma la Juve è allo stesso livello. Credo che alla fine deciderà la condizione fisica. Conterà l’atteggiamento con cui giocheremo con il Bayern, se sbaglieremo approccio non riusciremo ad impensierire la difesa dei tedeschi. Per loro peserà molto l’assenza di Boateng”. Anche la Juve arriva a questa andata degli ottavi di Champions League con diversi infortunati, soprattutto in difesa: “Anche a noi mancano due difensori forti come Chiellini e Caceres, ma più che l’emergenza in difesa conterà l’atteggiamento con cui giocheremo con il Bayern”. Tutta una questione di testa quindi.

Khedira parla dei bavaresi e analizza: “È una delle squadre più forti al mondo, se si vuole vederli come favoriti assoluti liberi di farlo, ma io dico che la Juve è allo stesso livello del Bayern, con l’esperienza e le caratteristiche adatte per giocare partite di questa importanza”. Sami sa quale sia il punto debole dei tedeschi: “Il Bayern schiera una difesa in cui nessuno supera i 180 cm. È un aspetto da non sottovalutare, ma con Allegri abbiamo sviluppato un gioco che ci garantisce una grande variabilità tattica. Anche il nostro attacco con Dybala e Morata è forte e versatile”.

Khedira è un giocatore che ha dato solidità alla Juve. Il centrocampista tedesco gioca in modo semplice e ordinato, la sua utilità nel mezzo del campo sta nel tocco di prima e nella sua intelligenza tattica: corre si poco ma mai a vuoto, sa leggere bene il gioco e per questo sa dove arriverà la palla. Il suo unico neo sta nella fragilità muscolare, che costringe Allegri e lo staff medico a utilizzarlo con il contagocce. Arrivato alla Juve a parametro zero e senza giocare con continuità da due stagioni, nessuno immaginava un Sami Khedira titolare fisso in grado di poter giocare tutte o quasi le partite della lunga stagione: “Cerco di fare attenzione al mio corpo, non solo nelle 4 ore al giorno di allenamento: preferisco andare in sala pesi che fare shopping. Contro il Bayern devi essere al 100%”.

Sami in questa stagione ha giocato 16 delle 36 partite disputate, e con lui la Juve non ha mai perso: 14 vittorie e 2 pareggi. Insomma, non sarà forse un talismano portafortuna, ma Khedira, dall’alto della sua esperienza internazionale, è un giocatore che ha saputo conquistarsi un posto importante in questa squadra. La Juve conterà molto anche su di lui per poter continuare a sognare in questa notte magica di Champions League.

  •   
  •  
  •  
  •