Infermeria romana: Daniele De Rossi si ferma ancora

Pubblicato il autore: Nicola Di Gregorio Segui
Daniele De Rossi

Daniele De Rossi

 

A pochi giorni dalle buone notizie ricevute dall’infermeria romana riguardo Strootman, altra brutta tegola per i giallorossi. Al termine della partita di mercoledì sera contro il Real Madrid (persa 2-0 all’Olmpico), Daniele De Rossi ha sofferto di un preoccupante fastidio al polpaccio. Si tratta di una ricaduta per il centrocampista di Spalletti, entrato nel finale di partita ed uscito dallo stadio claudicante.
Il centrocampista ha sentito lo stesso dolore al polpaccio che lo aveva recentemente escluso dalle partite giocate contro Sampdoria e Carpi: venerdì, come da prassi, si sottoporrà agli esami strumentali di rito per escludere lesioni. La paura per mister Spalletti è di dover rinunciare al proprio giocatore per almeno altre tre settimane: se gli esami confermassero l’entità dell’infortunio, il ritorno di De Rossi si potrebbe prevedere per la trasferta di Udine (in programma il 13 marzo).
Situazione dell’infermeria. Gyomber ne avrà ancora per un paio di settimane, fermo per la frattura della falange distale del dito del piede destro; Ponce è ai box fino alla fine della stagione per la lesione del legamento crociato anteriore. Strootman ha corso regolarmente con il gruppo.
Infortuni e risultato a parte, le voci del post  partita Champions parlano per lo più di sfortuna e grande coraggio messo in campo dalla Roma.
Le dichiarazioni post partita: “È stata una Roma coraggiosa” ha detto Pjanic al termine della partita “Abbiamo provato a giocarcela per tutta la partita abbiamo creato dei pericoli al Real. Avremmo meritato almeno un gol, ma queste partite si decidono in pochi dettagli. Dall’altra parte c’erano grandi campioni ai quali basta poco per segnare”. Sulla stessa linea di pensiero l’altro top player del centrocampo giallorosso Radja Naingollan: “Nel primo tempo abbiamo giocato bene, concedendo poco e niente; la differenza è stata che appena abbiamo lasciato il minimo, loro hanno ottenuto il massimo”. Nonostante la sconfitta emerge una certa soddisfazione per quanto riguarda il gioco espresso dalla squadra contro la corazzata Real Madrid:”Abbiamo provato a giocare, sbagliando però sempre l’ultima scelta. Abbiamo giocato bene, in maniera aperta. Possiamo davvero essere soddisfatti della prestazione”.
Florenzi:“Secondo me abbiamo fatto una delle migliori partite della stagione, contro un top team che alla fine lotterà con altre due o tre squadre per vincere la Champions League. Alle volte forse in questi casi ci vuole un po’ di fortuna e un po’ di buon senso: mi riferisco al rigore per noi, che ci stava”.
Infine la parola passa la mister della Roma Luciano Spalletti, sottolineando il ruolo giocato dalla sfortuna: “Stasera ai miei giocatori ho detto che siamo stati bravi e sfortunati”. “C’è ovviamente da lavorare, alcune cose non sono andate bene, ma abbiamo fatto una buona gara e siamo sulla strada giusta”. L’unica critica costruttiva ai suoi ragazzi riguarda la scarsa prontezza nello sfruttare le occasioni di superiorità numerica in fase di recupero palla “Nel primo tempo abbiamo fatto una grande partita anche se non abbiamo sfruttato le palle guadagnate. Potevamo avere la superiorità a centrocampo, mettendoli più in difficoltà. Noi avevamo scelto di palleggiare più di loro e quando recuperavamo palla potevamo farlo perché eravamo in superiorità numerica”.

Fonte: sito ufficiale As Roma

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, la Moviola: espulso Vidal e due rigori non dati? Ecco gli episodi chiave
  •   
  •  
  •  
  •