Juve Bayern, Hernanes: da “bidone” a eroe per una sera

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

hernanesIl bel risultato ottenuto dalla Juventus contro il Bayern di Guardiola porta il nome di Hernanes, il profeta dimenticato, scaricato l’anno scorso da Roberto Mancini e mai significativo nella squadra di Allegri, fino alla serata magica di ieri, dove ha sostituito di fronte al titubante pubblico di Torino la stella Marchisio, senza farla assolutamente rimpiangere e anzi, trascinando la Juventus alla rimonta contro i tedeschi.

Allegri trasforma anche Hernanes

hernanesLode naturalmente a Massimiliano Allegri, che mantiene vivo il sogno dell’Italia di approdare ai quarti di Champions League, in modo da far valere il tricolore italico anche in Europa, dove negli ultimi anni, eccezion fatta per l’Inter nel 2010 e della Juventus nella finale dello scorso anno, siamo stati molto carenti.

Senza preoccuparsi troppo dell’avversario il buon Massimiliano ha saputo registrare perfettamente la sua Juventus, e gestire alla perfezione un gruppo che da sempre il massimo. Casi esemplari sono stati la gestione di Morata e di Zaza, poco utilizzati ma sempre prontissimi quando chiamati in causa, e ora il caso di Hernanes, da oggetto misterioso a eroe che esce tra gli applausi.

Leggi anche:  Champions League, dove vedere PSG Lipsia steaming e diretta tv

Hernanes dai fischi agli applausi

hernanesIl brasiliano Hernanes ha letteralmente saputo trasformare i fischi in applausi, mostrando di essere un professionista serio, dedito al lavoro e pronto a essere utilizzato quando la squadra lo richiede.

Da fantasista deludente a regista poco utilizzato Hernanes è così diventato nel secondo tempo della partita di ieri un vero e proprio eroe, colui che ha suonato la carica per la risalita e per tentare a Monaco di conquistare la qualificazione ai quarti, cosa che è alla portata di mano di questa immortale Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •