Juventus Bayern, stavolta Allegri può battere Guardiola

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
bruno peruzzini conferenza stampa JUVENTUS PER INCONTRO BAJER.NELLA FOTOmassimiliano allegri

bruno peruzzini conferenza stampa JUVENTUS PER INCONTRO BAJER.NELLA FOTOmassimiliano allegri

L’attesa è finita , questa sera allo Juventus Stadium andrà in scena l’andata degli ottavi di finale Juventus Bayern Monaco, secondo confronto nei turni ad eliminazione diretta tra Massimiliano Allegri e Pep Guardiola. Sono 4 in totale i confronti diretti in Champions League tra i due allenatori, il bilancio è nettamente in favore del tecnico catalano con 2 vittorie 2 pareggi, tutti giocati quando Allegri era al Milan e Guardiola al Barcellona. Nel 2012 i due si sono confrontati nei quarti di finale, ultima recita di prestigio in Europa del Milan di Nesta, Seedorf e Ibrahimovic. 0-0 a San Siro e 3-1 per i blaugrana al Camp Nou , partita condizionata da un rigore molto dubbio fischiato per fallo di Nesta su Puyol sul punteggio di 1 -1. Allora Guardiola partiva nettamente favorito dal pronostico e dal fatto di allenare la squadra più forte del mondo.

Leggi anche:  Liverpool-Atalanta, l'altra faccia (piena di rimpianti) della medaglia nerazzurra

Juventus Bayern Monaco: Pep se la gioca così

Oggi allena certamente una grande squadra come il Bayern anche se il Pep deve fare i conti con una difesa tutta da inventare. Con Javi Martinez, Jerome Boateng e Badstuber indisponibili  e Benatia al massimo in panchina, Guardiola deve ricorre a qualche genialata delle sue per fronteggiare al meglio Mandzukic e Dybala. Il tecnico catalano ha annunciato sorprese in conferenza stampa, ma l’impressione è che alla fine ci sarà la strana coppia difensiva Kimmich – Alaba, entrambi centrocampisti, con l’ex Vidal pronto a dare man forte abbassandosi sulla linea difensiva. Imbarazzo della scelta in avanti, con i rientri di Gotze e Ribery ad infoltire la formidabile pattuglia degli attaccanti a disposizione di Guardiola. Muller, Robben, Thiago Alcantara e Douglas Costa dovrebbero essere i quattro fantasisti dietro l’unica punta, il bomber polacco Robert Lewandowski.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché

Juventus Bayern Monaco: la formazione bianconera

Nessun dubbio di formazione invece per Allegri che schiererà i suoi con il 4-4-2 già efficace, soprattutto in chiave difensiva nella partita contro il Napoli. Assente Chiellini in difesa, ci sarà Barzagli a formare la coppia centrale con Bonucci, Lichtsteiner ed Evra agiranno sulle fasce, in mezzo è recuperato Khedira che giocherà al fianco dell’imprescindibile Marchisio, con Cuadrado – Pogba larghi. In avanti torna, dopo un mese, Mario Mandzukic, ex molto temuto in casa Bayern, che farà coppia con Paulo Dybala ,un po’ appannato nelle ultime partite, ma proprio la presenza del croato potrebbe creare gli spazi ideali per far esprimere al meglio la fantasia del bomber argentino. Il Bayern parte favorito, come logico che sia, ma la sensazione che comunque la qualificazione si giocherà all’Allianz Arena, con Allegri che ha dichiarato che anche lo 0 -0 sarebbe un buon risultato di partenza in Germania tra due settimane. La Juventus, forte anche dell’esperienza dello scorso anno, si presenta a questo appuntamento pronta più che mai, Allegri stavolta è convinto di fare uno scherzetto a Guardiola, il Bayern non ha Messi e ha tanti assenti, i bianconeri vogliono eliminare di nuovo una squadra tedesca così come il Borussia Dortmund un anno fa.

  •   
  •  
  •  
  •