Conferenza stampa Spalletti: “Se segniamo cambia tutto. Dzeko titolare”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

conferenza stampa spalletti
Conferenza stampa Spalletti Real Madrid Roma: le parole del tecnico

Luciano Spalletti ha parlato pochissimi minuti fa nella Sala de Prensa dello Stadio Santiago Bernabeu, nella conferenza stampa alla vigilia di Real Madrid Roma, gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Ecco la conferenza stampa integrale di Spalletti, accompagnato da Diego Perotti.
Conferenza Stampa Spalletti
Per Perotti: Perché sei rinato in Italia dopo la parentesi spagnola?Al Genoa mi sono trovato bene, non ho avuto  infortuni. Lo stesso vale per Roma.
Il tuo rendimento dipende dalla posizione in campo?Segnare di più è un mio obiettivo, sono un giocatore d’attacco. Mi sento bene. La mia capacità è fare assist, ma voglio migliorare in fase realizzativa.
Hai visto l’ultima partita di Ronaldo?Lo ammiro molto, è un giocatore che ha segnato tantissimo.
Puoi ancora migliorare?Uno può sempre migliorare, sono qua per segnare, ho molto da dare e spero di farlo a Roma per tanti anni.”
Lo scorso anno lo Schalke ha affrontato qui una situazione simile alla vostra. Pensate di avere possibilità di passare?Siamo qua per segnare almeno due gol, ci giocheremo le nostre chance. In una partita di calcio può succedere di tutto, domani daremo il massimo.
Ti vedo convintoSette vittorie in sette partite è un punto di riferimento. Domani non sarà facile ma daremo il massimo.”

Conferenza stampa Spalletti- Le dichiarazioni del mister
Il pensiero va alla gara di otto anni fa? “Sono situazioni diverse, è un piacevole ricordo ma ci sono pochi calciatori per fare riferimento a quel match. I calciatori devono sapere che tutto dipenderà dalla forza che metteranno in campo. Non devono pensare al risultato: se il pensiero va in funzione del segnare tre gol diventa complicato. Se riusciamo a fare un gol la partita diventa diversa.
Un futuro nel Real Madrid?E’ bello leggere che alcune squadre ti vogliono, ma sono concentrato su domani.”
Quanto ti è mancata l’adrenalina di certe partite?Essendo padrone della mia vita è sempre una scelta quello che si fa. Quando il direttore mi ha contattato ho dato la disponibilità. E’ una scelta di vita che ho fatto e spero di conviverci il più possibile.
Alcuni tifosi sperano di uscire in maniera dignitosa. Cosa ne pensa?Lo trovo sbagliato ora, dobbiamo mandare dei messaggi alla squadra. Io gli chiedo l’impossibile. Vedendo la squadra allenarsi, mi sembrava disponibile a dare qualcosina in più. Non dobbiamo pensare che si giocherà per perdere, è una cosa bruttissima. Chi lo pensa non lo faccio nemmeno allenare.
Dzeko?Sta facendo il lavoro in maniera giusta. Lui ha caratteristiche diverse dalle ultime scelte tattiche, ma domani ha una possibilità in più di darci una mano. Deve dimostrarmi che può fare di più.”

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata

Conferenza stampa Spalletti- le parole del mister giallorosso
Cambierà qualcosa tatticamente?
E’ possibile che Dzeko parta dall’inizio, perché ci sarà da fare di più per quanto riguarda il tentativo di penetrare la difesa avversaria.
Non ha paura della striscia di gol di Ronaldo?Non è la striscia di gol, ma è il calciatore che ha grandissime qualità. Noi dobbiamo fare qualcosa di più visto il risultato dell’andata, loro possono giocare di rimessa. Andremo a giocare come all’andata.
Cosa prenderebbe domani dalla Roma di otto anni fa?Quella Roma veniva da qualche anno di sostanza, questa da 9 partite. Ma ci sono margini importanti.
El Shaarawy? Cosa ha in mente per domani?Ha trovato l’entusiasmo della città, che da amore e affetto. In me non ha trovato sicuramente i capelli. Si è messo in discussione perché nell’ultimo periodo non è stato all’altezza di quello che è. Gli faccio i complimenti perché è un calciatore forte e italiano, a disposizione anche del ct Conte.
Dobbiamo aspettarci una Roma più coraggiosa?Qualsiasi partita passa da qui, nel nostro calcio si gioca più palla a terra, come in Spagna. Poi il Real fa le scelte e devi adeguarti. Non sarà facile ma dobbiamo avere il coraggio di proporre le nostre idee. Abbiamo qualità per tenere palla.
Zidane?Non posso dire molto sul suo lavoro. Mi pare abbia trasferito dell idee, da calciatore ha fatto vedere di essere un top in tutto. Basta che si ricordi chi è stato e che lo trasmetta ai suoi ragazzi.
Bale?Dobbiamo fare la partita. All’andata è finita 0-2 ma ripenso alle occasioni che abbiamo avuto, poteva essere tutto ribaltato. Non dobbiamo avere la debolezza di pensare che non si può andare più in la. Bale sa fare tutto, è facile fargli i complimenti.

  •   
  •  
  •  
  •