Atletico Madrid PSV: probabili formazioni Champions 15/3

Pubblicato il autore: Edoardo Peretti Segui

atletico madrid

Lo 0-0 dell’andata ha lasciato del tutto aperti i giochi, e così il ritorno degli ottavi di Champions League Atletico Madrid Psv si preannuncia equilibrato e combattuto; forse, leggermente favoriti sono i Conchoneros, vuoi perché giocano in casa nella bolgia del Vicente Calderon – dove quast’anno hanno perso solo tre volte -, vuoi perché il curriculum europeo della squadra allenata da Diego Simeone negli ultimi anni si è impreziosito, e di conseguenza è cresciuta anche la confidenza dei giocatori con partite del genere. Di certo però non sarà una partita facile per gli spagnoli: il Psv, squadra allenata da un altro ex protagonista del centrocampo, Philip Cocu, è quadrata e tutt’altro che priva di individualità in grado di decidere i destini della gara, e al momento è prima nel campionato olandese. Di seguito, le probabili formazioni con cui le due squadre affronteranno la delicata battaglia:

ATLETICO MADRID:  Oblak, Juanfran, J.Gimenez, Godin, Filipe Luis, Oliver Torres, Gabi, Saul Niguez, Koke, Griezman, Vietto.
A disposizione: Moya, Jesus Gamez, Augusto Fernandez, Kranevitter, A.Correa, Ferreira-Carrasco, Fernando Torres.
Allenatore: Diego Simeone.

PSV: Zoet, Arias, Bruma, H.Moreno, Willems, D.Propper, Guardado, Van Ginkel, Narsingh, De Jong, Locadia.
A disposizione: Pasveer, Brenet, Isimat-Mirin, Hendrix, Schaars, Jozefzoon, Lestienne.
Allenatore: Philip Cocu.

Nelle file dell’Atletico Madrid sono indisponibili Savic e Tiago, entrambi infortunati; al posto del primo, spazio a Raul Jimenez, mentre il delicato ruolo in cabina di regia del secondo verrà preso probabilmente dal capitano dell’under 21 spagnola Saul Niguez, giocatore in un periodo di ottima forma e di evidente crescita. Per il resto, Diego Simeone dovrebbe confermare il suo tipico 4-4-2: Koke è favorito su Angelo Correa per la fascia destra, così come per “El Nino” Torres probabile la partenza dalla panchina,  a favore di Luciano Vietto. Inamovibili invece i due veri playmaker fondamentali del gioco dei Conchoneros: Koke, il quale partirà da sinistra con licenza d’impostare e di svariare, e la punta Griezman. Simeone ha a disposizione, in panchina, giocatori che potrebbero cambiare gli equilibri della gara in corso d’opera: a partire dallo stesso Fernando Torres, da Correa, senza dimenticare la giovane promessa argentina Kranevitter, centrocampista grintoso ma non privo di buona tecnica arrivato a Madrid a Gennaio e ancora in attesa dell’esordio europeo.

Il Psv deve invece fare i conti con l’assenza del centrocampista Gaston Pereiro, squalificato, ma in conpenso può contare sul ritorno del bomber Luuk De Jong, assente all’andata (autore di 16 reti in campionato e di due in Champions); su di lui girerà il tridente d’attacco, con Narsingh in vantaggio sul convalescente Lestienne per il fronte destro. Altro dubbio a centrocampo riguarda Andrés Guardado; il mediano, importante nel garantire gli equilibri della squadra e nel proteggere le incursioni delle due mezzali, sta stringendo i denti per potere esserci, ma anche lui non sta benissimo. Nel caso, pronto Stjin Schaars a garantire equilibrio nel 4-3-3 scelto da Cocu.

Alla fine però l’unica cosa veramente certa è che Atletico Madrid Psv sarà una battaglia fino all’ultimo colpo, anche tra due concezioni diverse del calcio: quella più terra a terra di Simeone e quella più spettacolare di Cocu.

  •   
  •  
  •  
  •