Real Madrid – Roma: dall’impresa nel 2008 ad oggi

Pubblicato il autore: lorenzo caruso Segui

091849131-c4791888-2882-4e8b-b16d-b36e922c322d


In quella che si prospetta come una partita quasi proibitiva per la squadra di Luciano Spalletti, attesa al Bernabeu, alle 20:45 di questa sera, esiste un filo conduttore che ci riporta ad 8 anni fa, più precisamente al 5 Marzo 2008. In tale data la Roma scendeva in campo, in casa delle merengues, nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League, all’andata i giallorossi si erano imposti tra le mura amiche con il risultato di 2 a 1 ( gol del leggendario Raul per i blancos e reti di Pizarro e Mancini per la Roma). Ciò che successe nel ritorno è ancora oggi scritto indelebilmente tra gli almanacchi della storia calcistica romana, anche in quel caso, nonostante il risultato positivo nella gara casalinga, sembrava molto difficile che la Roma riuscisse a passare il turno in casa del Real Madrid e, al contrario è proprio ciò che accadde. Il gol del momentaneo vantaggio siglato da Taddei al minuto 73′, il pareggio quasi immediato di Raul al 75′, la paura per un possibile altro gol del Real (che avrebbe portato la partita ai supplementari) e la grande gioia finale con il gol di Mirko Vucinic che suggella una serata ed una vittoria immortale.
Ora, molte cose in questi 8 anni sono cambiate e purtroppo per la squadra di Spalletti, in primis, il risultato dell’andata. Come detto, all’epoca la Roma portò a casa il risultato della prima sfida con un incoraggiante 2 a 1 mentre quest’anno, come tutti sappiamo, all’andata Cristiano Ronaldo e co. si sono assicurati un netto 2 a 0 (risultato largo e condizionato da alcune infelici scelte arbitrali) che sembra, almeno sulla carta, lasciare poche speranze alla squadra di Luciano Spalletti.
Eppure tra la doppia sfida di 8 anni fa e quella odierna ci sono diversi fili conduttori che, nonostante il passare degli anni rimangono legati sia alla realtà romana sia a quella madrilena. Primo su tutti proprio Luciano Spalletti, sì, infatti l’allenatore dell’impresa di Madrid era proprio lui e questa sera, come 8 anni fa sarà il condottiero di questa Roma; sembra come se il destino avesse voluto attendere i sorteggi di Champions per farlo ritornare sulla panchina giallorossa, regalandogli questo nuovo ritorno al passato. E per quanto riguarda i giocatori di quella Roma, quanti ne sono rimasti? Forse la risposta per i sostenitori della Roma è fin troppo facile. Esattamente 2 e non 2 nomi a caso. Francesco Totti e Daniele De Rossi. 8 anni fa entrambi giocarono l’intera partita mentre questa sera almeno per uno dei 2 l’ingresso in campo sarà impossibile, ovviamente stiamo parlando di De Rossi, infortunato ma comunque atterrato a Madrid insieme ai suoi compagni per portare il giusto spirito prima di una partita del genere. Per quanto riguarda invece il capitano, il suo nome, a meno di sorprese dell’ultimo minuto, compare tra i giocatori a disposizione, ovvero in panchina ma c’è da esser certi che se Totti metterà piede in campo, l’intero Bernabeu sarà pronto ad applaudire.
Per quanto riguarda invece le merengues, anche qui troviamo dei giocatori che, già nel 2008 presero parte alla doppia sfida. Bene, andiamo a vedere chi sono. Ne abbiamo precisamente 3. Pepe, Marcelo e Sergio Ramos. Il primo nel 2008 saltò la sfida d’andata per poi giocare tutti i 90 minuti nel ritorno del Bernabeu mentre al contrario Sergio Ramos, dopo esser stato ammonito in casa della Roma, fu costretto a saltare la sfida del Bernabeu. Marcelo saltò il primo incontro mentre sedette per tutta la partita, sulla panchina, nel ritorno a Madrid.
Insomma, passano gli anni, cambiano le cose ma alcuni punti fermi rimangono e forse, per sperare nell’impresa, oggi è anche giusto attaccarsi proprio a questi punti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Diretta TV in chiaro? Dove vedere Borussia Mönchengladbach Inter in tv e in streaming