Champions League, continua la maledizione Aguero Real Madrid

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

hi-res-2a4900cb93306419d2a6eca555333712_crop_northDodici partite giocate contro il Real Madrid e nessuna vittoria, anche nell’andata delle semifinali di Champions League tra Manchester City e Real Madrid continua la maledizione che vede Sergio Aguero Real Madrid, con El Kun mai vincente contro i Blancos. Nel match conclusosi a reti inviolate all’Etihad Stadium è mancata la sfida tra El Kun ed El King, così avevano presentato i giornali inglesi la sfida tra Aguero e Cristiano Ronaldo, per colpa di un problema muscolare che ha messo fuori causa CR7. Infortunio che mette in dubbio la presenza di Ronaldo anche per il ritorno, in programma il 4 maggio al Santiago Bernabeu. Dal canto suo Aguero non è mai stato pericoloso dalle parti di Navas, anche perché Pellegrini ha disposto il City in campo con un atteggiamento fin troppo prudente. Pur giocando in casa il Manchester City è rimasto rintanato nella propria metà campo per quasi tutto il match, consentendo al Real Madrid di giocare ai ritmi preferiti dalla squadra di Zinedine Zidane. Il primo tempo è stato il trionfo della paura e del tatticismo, solo nella seconda parte il Real si è affacciato pericolosamente dalle parti di Hart, miracoloso in uscita su Pepe nel finale. Lo 0-0 lascia aperto il discorso qualificazione ad ogni soluzione, certo l’assenza di Ronaldo sarebbe pesantissima in casa Real, visto che anche Benzema non vive un grande momento di salute fisica. Fa sensazione che James Rodriguez e i suoi 80 milioni di euro continuino ad essere ignorati da Zidane, in favore di un evanescente Gareth Bale.

Il 13 sarà il numero buono per sfatare la maledizione Aguero – Real Madrid?

Pellegrini si rivelato ancora una volta un maestro nell’imbrigliare l’avversario, proprio come aveva fatto nei quarti di finale contro il Paris Saint Germain. E’ vero però che i Citizens dovranno cercare di essere più intraprendenti al Bernabeu, lì servirà almeno un gol agli uomini dell’ingegner Pellegrini per cullare il sogno della finale di Milano. Magari il numero 13 porterà fortuna ad Aguero,ancora in attesa di provare la prima gioia della carriera contro il Real Madrid. El Kun però, ne siamo sicuri, metterebbe la firma con il sangue per un pareggio, magari con un suo gol, per riuscire finalmente a sorridere contro gli odiati Blancos. Mercoledì prossimo la Madrid sponda Atletico sarà tutta dalla sua parte, su questo non c’è alcun dubbio, Aguero prepara la tredicesima battaglia, il Bernabeu aspetta e teme El Kun.

  •   
  •  
  •  
  •