Ibrahimovic, continua la maledizione Champions e a fine stagione probabile addio al Psg

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
ibrahimovic

La clamorosa eliminazione del Paris Saint Germain ai quarti di finale di Champions League per mano del Manchester City lascia per l’ennesima volta Zlatan Ibrahimovic all’asciutto, che quindi dovrà ancora attendere per alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie.

Eppure questa sembrava essere la volta buona. Sia lui che la squadra stavano dimostrando di poter puntare realmente alla finale di Milano, ma gli uomini di Manuel Pellegrini (per la prima volta nella storia in semifinale) hanno stroncato il sogno dei parigini proprio sul più bello.
L’ex milanista è un po’ mancato nel doppio confronto con i Citizens (ha anche sbagliato un rigore nella partita d’andata al Parco dei Principi) e ciò ha alimentato nuove polemiche circa il suo essere decisivo in campo internazionale.
I fatti dicono questo, anche se ad onor del vero agli ottavi contro il Chelsea aveva dato un ottimo contribuito (due reti messe a segno tra andata e ritorno) e anche nella fase a gironi non aveva affatto demeritato.
Al termine del match, il numero 10 del Psg, ha commentato con rammarico la cocente estromissione dalla coppa: “Abbiamo giocato tutto il primo tempo con un modulo che non avevamo mai provato. Sono molto arrabbiato: non siamo riusciti a giocare al nostro livello. È il calcio, ormai è andata come è andata”.
Ora però che per l’ennesima volta (la quindicesima per l’esattezza) la Champions è svanita, per lo svedese è tempo di pensare al futuro. Con tutta probabilità non rinnoverà il contratto con il club transalpino e tenterà una nuova avventura sempre con l’obiettivo di vincere la massima competizione europea.
Alla finestra ci sono il Manchester United (anche se non è ancora sicuro di disputare la Champions League) e il Bayern Monaco, che nella stagione 2016/2017 sarà allenato da Carlo Ancelotti.
Ibrahimovic vuole prendere a tutti i costi l’ultimo treno per raggiungere la gloria e per questo la scelta va ben ponderata, perchè a quasi 35 anni non ci sono più troppe possibilità.
  •   
  •  
  •  
  •