Champions: Roma, un solo precedente contro il Porto. Scopriamo i portoghesi

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

porto
Il sorteggio di Nyon ha decretato la rivale della Roma nel play off di Champions League: il Porto. Due Champions League in bacheca, un totale di sette trofei internazionali e svariati titoli nazionali che fanno dei Dragoes uno dei principali club in patria. La gara di andata andrà in scena mercoledì 17 agosto all’Estadio do Dragao di Oporto, mentre il ritorno si giocherà all’Olimpico il 23 agosto.

I lusitani sono giunti ai play off dopo aver chiuso con un deludente terzo posto lo scorso campionato nella Primera Liga portoghese. Per ora la campagna acquisti ha regalato qualche colpo discreto: l’ex interista Telles e il brasiliano Texeira, ex Shakhtar Donetsk. Il resto è una rosa comunque di tutto rispetto. L’esperto Casillas in porta, anche se reduce da una stagione in ombra. In difesa qualità con Maxi PereiraMartins Indi, il neoacquisto Felipe. La mediana può contare anche sull’ex pescarese Quintero, sul messicano Herrera, capitano dei dragoni, Danilo, fresco di Europeo con la nazionale. In attacco le perle sono Varela, Brahimi, Aboubakar e l’ex colchonero Adrian Lopez. In attesa di nuovi colpi, che però potrebbero arrivare solo dopo il play off contro i giallorossi.

Un solo precedente tra le due squadre e risale alla Coppa delle Coppe della stagione 1981/82. Nel secondo turno le due compagini si sfidarono con un successo per 2-0 del Porto in casa dopo lo 0-0 dell’andata nella capitale italiana. In generale però il Porto non ha tantissima fortuna contro le squadre italiane. Su 22 precedenti solo 5 sono le vittorie, 7 i pareggi e 10 le sconfitte. Se contiamo poi le finali e i doppi confronti ad eliminazione, allora il bilancio conta tre soli passaggi del turno lusitani contro cinque successi italiani.

Il primo confronto risale al secondo turno della Coppa Uefa del 1974/75 contro il Napoli con doppio successo partenopeo. Rivincita portoghese nel primo turno della Coppa Campioni 1979/80 contro il Milan (0-0 a Oporto e 1-0 a San Siro). Nel 1983/84 è la volta della finale di Coppa Coppe a Basilea contro la Juventus: vincono i bianconeri 2-1. Nella Champions League 1992/93 e 1993/94 il Porto sfida due volte il Milan, in entrambi i casi nella fase a gironi. Prima con una doppia sconfitta (il Milan andrà in finale, i portoghesi saranno eliminati); l’anno dopo perdendo a San Siro e pareggiando in casa, ma entrambe ottengono il pass per le semifinali. Va peggio nei quarti di Coppa delle Coppe 1994/95 contro la Sampdoria: successo doriano in trasferta, successo lusitano a Genova ma i blucerchiati vincono ai rigori. Seguono una serie di sfide in Champions League. Prima nella fase a gironi del 1996/97 contro il Milan con tanto di vittoria a San Siro e pareggio interno (Porto avanti, Milan fuori). Quindi contro la Juventus nella fase a gironi del 2001/02: vittoria bianconera a Torino, pareggio ad Oporto (Juve avanti, Porto out). Tocca poi alla Supercoppa Europea del 2003, vinta dal Milan a Montecarlo. Nel 2004/05 sfida all’Inter negli ottavi di Champions League: pari in casa, ma ko a San Siro. Rivincita in parte nella fase a gironi del 2005/06: vittoria in casa, ko a San Siro (avanti entrambe). Ultimo precedente (come il primo) è contro il Napoli in Europa League nel 2013/14: doppia vittoria del Porto stavolta.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,