Roma-Porto, le dichiarazioni dei protagonisti giallorossi nel postpartita. Gli Highlights

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

1918346-40362542-2560-1440L’amarezza di Radja Nainggolan. La Roma cede il passo al Porto

Amara, amarissima la serata di ieri per la Roma. La squadra di Luciano Spalletti perde per 3-0, rimanendo pure in 9, ed è costretta a lasciare anzitempo la Champions League.

Queste le dichiarazioni dei protagonisti giallorossi:
Spalletti: “Cosa è successo? Abbiamo perso una gara importante, ci crea difficoltà altrettanto importanti nel ricreare un ordine, è un risultato difficile da digerire per come è venuto e per la fatica fatta per arrivarci. Abbiamo sbagliato la gestione della palla all’inizio, era quello che mi premeva perché la gara scorresse su binari corretti. Le scelte erano andate in funzione di questo. Non ci siamo riusciti e loro sono stati bravi ad andare in vantaggio. Quando ci stavamo riorganizzando siamo rimasti in 10 e lì diventa tutto più difficile. Le espulsioni? Il fatto di finirle in 11 le partite è stata una caratteristica dello scorso anno, oggi è successo spesso e non capisco come mai, si poteva essere più calmi in queste situazioni. Siamo arrivati non al meglio della condizione per gli infortuni e per i ruoli, volevo avere a disposizione un centrale per il finale perché volevo si gestisse la partita. Allora ho scelto De Rossi centrale, lo abbiamo provato e ci sa stare, può essere il suo futuro ruolo. Però abbiamo sbagliato nella gestione della palla e perso palloni non per la loro pressione ma per i nostri errori. Loro hanno preso tranquillità nelle giocate e noi ci siamo innervositi, poi è venuto il gol, l’espulsione, in un preliminare non si può rimanere due volte in 10. Cosa cambierei da luglio a oggi? Niente, solo l’inizio di stasera, non vedo cosa si voglia andare a cercare. Non abbiamo fatto bene, sbagliato troppi palloni, loro hanno sfruttato i problemi psicologici e di gestione. Cambierei solo stasera, tornare indietro non mi è mai servito a niente. Ora un periodo di tempo sarà durissimo, tutti ci metteranno il dito dentro, bisogna tapparsi bocca, naso e occhi, pensare a un periodo lungo in cui bisogna fare in maniera incredibile nell’atteggiamento. Cosa significano le espulsioni? Possiamo metterci anche le 16-17 gare dell’anno scorso senza che capitasse, è una cosa nuova. E il via l’ha dato un giocatore di esperienza e qualità, Vermaelen era arrivato da tre giorni. Subisco una cosa nuova ma la squadra fin qui non aveva mai interpretato in maniera sbagliata nessun tipo di palloni. Noi abbiamo dei regolamenti nostri con zero tolleranza perché lascia la squadra in 10″.

Szczesny: “Pensavo di essere pronti, in una partita così importante devi sempre mantenere la testa. Siamo delusi, non puoi giocare una partita così importante sotto di due uomini, però pensavamo di essere pronti. La responsabilità è dei giocatori, noi andiamo in campo, siamo uomini e giochiamo per un grande club, dobbiamo essere bravi a prenderci le nostre responsabilità. Essendo professionisti dobbiamo essere bravi a tenere alta la testa, gestire le delusioni e andare avanti per tutta la stagione. Dobbiamo rialzarci e continuare a lavorare“.

Nainggolan: “Anche dopo il primo gol abbiamo avuto diverse occasioni. È la stessa storia dell’andata, in undici contro undici potevamo fare molto di più. In nove è normale lasciare spazio, ora dobbiamo imparare da questi errori. Siamo abbastanza maturi per rifarci, alla fine abbiamo l’Europa League, sarà un nuovo obiettivo. Ora dobbiamo vincere domenica. Il pubblico ha dimostrato gran cuore perché giocare in 9 non è facile, se fossimo rimasti in 11 sarebbe stata un’altra partita, tutti hanno dato tutto e ciò è importante per il resto del campionato”.

Strootman: “Non abbiamo iniziato bene, non so perché, ci eravamo preparati bene e sapevamo cosa fare. Ma non lo abbiamo fatto, neanche loro hanno creato molto ma hanno fatto gol subito. Non abbiamo giocato bene e preso due rossi, anche in 9 abbiamo creato ma dopo il 2-0 è finita. Problema di testa? Forse, ma loro non hanno corso tanto, abbiamo pressato e fatto tutto, non so perché, è la prima volta che perdiamo 0-3 in casa. Siamo tutti incazzati, delusi, è difficile ma dobbiamo pensare al campionato. Dobbiamo fare molto meglio e lavorare, abbiamo perso tutti insieme e si deve lavorare tanto per tornare ai nostri livelli. Ci eravamo preparati bene, tutte le cose erano chiare ma abbiamo iniziato male. Dopo il loro gol non so cosa sia successo, hanno fatto meglio di noi e questo non può succedere all’Olimpico.

Gli highlights di Roma vs Porto:

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,