Roma – Porto, le dichiarazioni di Spalletti e Sabatini dopo la disfatta dell’Olimpico

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
spalletti roma sabatiniTanta amarezza e delusione nelle dichiarazioni del dopo partita di Roma – Porto che ha sancito l’esclusione della formazione giallorossa dalla Champions League. Una disfatta inaspettata che adesso complica anche il proseguo della stagione che sarà, almeno in una prima fase, costellato da critiche durissime. Ne è consapevole l’allenatore della Roma, Luciano Spalletti, che però guarda avanti in maniera orgogliosa.

Le sue dichiarazioni rilasciate a Mediaset Premium:

“Abbiamo perso una partita importante, che ci crea difficoltà altrettanto importanti nel ricreare un ordine. È un risultato difficile da digerire, per come è venuto e per tutte le fatiche spese per arrivarci. Abbiamo sbagliato, all’inizio, nella gestione della palla: era quello che mi premeva perché la partita scorresse su dei binari corretti. Non ci siamo riusciti e loro sono stati bravi ad andare subito in vantaggio. Poi, quando ci organizzavamo per ripartire, siamo rimasti in 10. I tre rossi pesano, sono delle ingenuità: l’anno scorso abbiamo sempre finito in 11 tranne una volta per somma di ammonizioni, è stata una delle nostre caratteristiche e ora non capisco come mai sia successo quello che è successo stasera e nel match di andata. Dovevamo essere più calmi. Noi non eravamo al meglio della condizione per via degli infortuni, poi era importante la gestione della palla all’inizio e per questo avevo scelto De Rossi come centrale, perché lo interpreta bene. Però abbiamo sbagliato: siamo stati lenti e abbiamo perso palloni per leggerezze nostre. Loro sono stati più tranquilli, noi ci siamo innervositi. Non si può, in due partite di playoff di Champions, rimanere in 10 nel primo tempo. Ma io non cambierei niente di quello che è stato fatto dal 9 di luglio a oggi, cambierei soltanto l’inizio di partita di stasera. Ora ci sarà un periodo di tempo durissimo, con tutti a metterci il dito dentro: dovremo tapparci naso, orecchie e occhi e far viaggiare le gambe per fare in maniera incredibile nel prossimo futuro.”

Ha parlato invece di “sofferenza incredibile” il Direttore Sportivo della Roma, Walter Sabatini, commentando la gara di ieri sera contro i portoghesi.

“E’ una serata storta per la Roma e i suoi tifosi, una sofferenza incredibile per tutti, ma dobbiamo fin da subito recuperare le energie per affrontare la stagione. Dobbiamo ripartire da quando siamo rimasti in nove, dall’orgoglio con il quale abbiamo cercato di tenere in vita questa partita. E dimenticare un approccio sbagliato che non è consuetudine di questa squadra. La squadra sono cinque o sei mesi che dà risposte positive, è stata davvero una serataccia, con una degenerazione dell’atteggiamento stesso. De Rossi? Non ho parlato con Daniele, ma penso che su un errore di trasmissione palla ha cercato un recupero eccessivo siccome era fuori posizione: non credo, anzi sono certo che non volesse colpire l’avversario. Se ho parlato con Pallotta? No, ma penso sia amareggiato come tutti noi”.

  •   
  •  
  •  
  •