Addio Champions League! Pronta la SuperLeague con gli altri continenti

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

coppa-championsChiudete gli occhi per un attimo e provate ad immaginare una Champions League con trasferte negli Stati Uniti,  partite a ritmo di samba brasiliana e tifosi rumorosi come quelli che si accalcano sugli spalti degli stadi cinesi. Ecco, in un futuro non molto lontano tutto questo potrebbe non essere più soltanto un sogno.  Si fa, infatti, sempre più insistente la voce in merito alla organizzazione di un torneo internazionale che dovrà prendere il posto dell’attuale Champions League. La coppa dalle grandi orecchie quindi potrebbe andare presto in pensione lasciando spazio ad un torneo che raggrupperà le più importanti squadre d’Europa ma anche quelle di Cina, Stati Uniti e Sud America. Una vera e propria rivoluzione.
A riportare questo orientamento, che sembra trovare diversi sostenitori anche tra i club italiani potenzialmente interessati da questo cambiamento, è stato Jacco Swart,  direttore dell’EPFL (l’Associazione delle Leghe professionistiche europee) che ne ha parlato all’inglese Mirror.  Secondo Swart questa idea rappresenta   “uno sviluppo che nessuno è più in grado di fermare”.

Ma come potrebbe essere la nuova SuperLeague?

Dimenticatevi “lotte” all’ultima giornata per accaparrarsi le posizioni che garantiscono l’accesso alla Champions League, dimenticatevi turni preliminari e delusioni amare. La nuova Superlega non prevederà nulla di tutto ciò. La competizione vedrebbe ai nastri di partenza alcuni tra i migliori club d’Europa, Asia, America ed Oceania. Una competizione non più ristretta all’Europa, quindi, ma che abbraccia anche altri continenti. A spingere per questa incredibile riforma sarebbero proprio i top club europei, in particolare quelli spagnoli, tedeschi e italiani (Juve in testa), che in questo modo andrebbero a livellare lo strapotere economico della Premier League. Ancora le parole di Swart :  “Sarà un party esclusivo, riservato ai più grandi brand calcistici del pianeta. Questa Superlega sarà guidata dai mercati televisivi e dai grandi sponsor di tutto il mondo, non certo da fattori calcistici. Il calcio come lo conosciamo sparirebbe”.

Il Mirror ha anche provato a ipotizzare quali, ad oggi, sarebbero le squadre partecipanti:CINA Guangzhou e Shanghai
USA New York City e LA Galaxy
AUSTRALIA Melbourne City
BRASILE Corinthians
ITALIA Juventus, Inter e Milan
SPAGNA Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid
SUD AFRICA SuperSport United
GERMANIA Bayern Monaco e Borussia Dortmund
FRANCIA Paris Saint Germain e Lione
INGHILTERRA Arsenal, Liverpool, Chelsea, Manchester City e Manchester United
  •   
  •  
  •  
  •