Champions League, classifica perpetua: due italiane nella top 10

Pubblicato il autore: giammarco bellotti Segui

Cristiano Ronaldo
Real Madrid, Inter, Milan, Barcellona, Juventus, Manchester United e Bayern Monaco. Quando pensi a queste squadre non puoi non collegarle alla Champions League, la competizione per club più importante in Europa (e quindi nel mondo). Nel corso dei suoi 61 anni di vita la Champions League ha avuto diversi meccanismi di partecipazione e di svolgimento: inizialmente concepito per ospitare soltanto le squadre campioni dei rispettivi campionati nazionali, nel corso dei decenni la partecipazione è stata estesa anche a più squadre per ogni nazione, sulla base di un ranking per nazioni stilato dall’Uefa ed aggiornato con cadenza annuale. Ci sono varie sorpresa nella classifica, infatti, non è detto che una squadra che abbia vinto più trofei sia al prima di una che ne ha vinti di meno. Infatti, è più importante aver partecipato a più competizioni, in modo tale da avere più opportunità di vincere partite.

Real Madrid in vetta, Milan primo club italiano

Al primo posto però, non poteva che esserci il Real Madrid, vincitore dell’ultima edizione della Champions League. Le Merengues sono salite sul tetto d’Europa per ben unidici volte, un record. In particolare, noi italiani sentiamo un po’ nostra anche la “decima” coppa delle grandi orecchie conquistata qualche anno fa dal Real Madrid. Alla guida c’era infatti l’italianissimo Carlo Ancelotti. Al secondo posto il Bayern Monaco, seguito dal Barcellona. Ai piedi del podio il Manchester United.

L’Italia, ha sempre avuto un rapporto strettissimo con la Champions League, anche se ancora più stretto con la vecchia Coppa Campioni. Infatti, negli ultimi anni le italiane hanno raccolto ben poche soddisfazioni, con la Juventus sconfitta in finale dal Barcellona due anni fa. Per tornare indietro ad una vincitrice del “Bel Paese”, bisogna arrivare al 2010, quando l’Inter di Mourinho, Zanetti e Milito (solo per citarne alcuni), vinse contro il Bayern Monaco 2-0 e si aggiudicò la coppa proprio a Madrid.
Scorrendo la classifica comunque, nella top 100 appaiono molte squadre italiane. Le prime 3 ovviamente sono le grandi “nobili” della Serie A: Milan, Juventus e Inter. In ordine i rossoneri che, a dispetto degli ultimi anni di magra in campo europeo e forte delle sette Champions League vinte nella sua storia, si insedia al 6° posto con 314 punti (frutto di 28 partecipazioni e di 7 trofei vinti e 249 partite disputate). Immediatamente dopo i rossoneri troviamo la Juventus che, pur vantando 3 anni di presenza in più rispetto al Milan, può contare su meno successi finali nella competizione (2).

Fuori dalla top 10 l’Inter che occupa la tredicesima posizione. I nerazzurri però hanno il record di partecipazioni consecutive di squadre italiane alla Champions League, e vantano 3 vittorie nella competizione, una in più della Juventus che occupa la settima posizione. Successivamente troviamo la Roma al 41esimo posto, la Fiorentina, 63esimo e la Lazio, una posizione sotto i viola. Non è presente il Napoli, squadra dalla quasi inesistente storia in Champions League, ma che quest’anno potrà cercare di invertire la tendenza e scalare tantissime posizioni. Completano la top ten il Liverpool, sette volte vincitrice della competizione, il Porto e l’Arsenal. Curiosa la statistica delle squadre londinesi, sempre accreditate come favorite ma detentrici di una sola Champions League. Anche qui un legame con l’Italia, perchè la competizione fu vinta dal Chelsea, guidato da Di Matteo.

  •   
  •  
  •  
  •