Gruppo A, due big in campo: Arsenal e PSG alla ricerca della prima vittoria in Champions League

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

Champions League
C’è tanto equilibrio nel girone A di Champions League: dopo il pari ottenuto nella prima giornata, Arsenal e Paris Saint Germain sono alla ricerca dei primi tre punti rispettivamente contro Basilea e Ludogoretz.

Il sorteggio che ad Agosto ha abbinato Paris Saint Germain ed Arsenal nel gruppo è stato poco benevolo, con le due big che si sono già affrontate nel primo turno della fase a gironi, ottenendo un punto a testa. Visto il potenziale dei francesi e dei gunners, è facile pensare che possano ottenere agevolmente la qualificazione ai prossimi ottavi di finale di Champions League, dovendosela giocare con Ludogoretz e Basilea, avversari tutt’altro che complicati. E già questa sera Cavani e Sanchez guideranno le proprie compagini nelle sfide rispettivamente in casa del Ludogoretz e all’Emirates contro il Basilea.

A Londra dunque l’Arsenal di Wenger ha un impegno sulla carta poco impegnativo, nonostante fino a qualche anno fa il Basilea abbia sempre messo in difficoltà  le “grandi” che ha affrontato: in estate però gli svizzeri hanno perso Embolo, ceduto allo Schalke 04, trovando in Steffen, Bjarnason e nell’ex romanista Doumbia elementi che possono interpretare al meglio il gioco della squadra rossoblù.
Nell’Arsenal invece mancheranno Ramsey e Coquelin, costringendo il tecnico dei londinesi ad arretrare Cazorla in mediana, promuovendo il giovane Iwobi sulla trequarti con Walcott, uno dei mattatori nell’ultima vittoria contro il Chelsea in Premier; infine dovrebbe essere Sanchez il centravanti designato, ottimo anche in fase di finalizzazione, con lo scopo di non dar punti riferimento ai difensori avversari.

Si prospetta invero una trasferta insidiosa quella del PSG di Emery in Bulgaria, nonostante il pronostico sia a favore ai parigini. La partita con il Ludogoretz è l’ideale per rilanciare le ambizioni del PSG, in difficoltà in Ligue 1 e sconfitto a sorpresa dal Tolosa nell’ultimo match di campionato. La partenza di Ibrahimovic pesa, anche se il curriculum di Cavani, la tecnica di Di Maria e la velocità di Lucas sono armi sempre letali: i difensori della squadra di casa sono avvisati, con Emery che ha l’obbiettivo di superare le critiche ricevute per l’inizio di stagione poco convincente, in particolare se messo a confronto con i successi ottenuti dal predecessore Blanc. In casa Ludogoretz c’è fermento per la sfida prestigiosa contro Verratti e compagni, ma si è coscienti dell’enorme divario tecnico: presumibilmente i bulgari agiranno in contropiede, sperando in una serata negativa dei francesi e nella vena realizzativa di Cafù.

Siamo appena al secondo turno della fase a gironi di Champions League, ma già da stasera PSG e Arsenal possono iniziare a delineare le gerarchie, in un girone che dovrebbero dominare facilmente. E chissà che francesi e inglesi non si ritrovino poi nei quarti di Champions, rinnovando sul prato verde uno storico dualismo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,