Napoli-Benfica, le proteste ed il sostegno del pubblico

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

299883_294361547241958_139399419404839_1244319_212717209_n
Si preannuncia come una partita fondamentale quella che stasera il Napoli affronterà avrà al San Paolo contro il Benfica, squadra che il trasferta, non  perde da 15 partite, quasi 9 mesi. Squadra tecnica, che gioca alta come gli azzurri, che mantiene il possesso palla, per poi colpire. Ma i lusitani avranno qualche assenza importante in attacco, perciò, bisogna anche approfittare, visto che il Napoli, avendo anche la prossima gara in casa col Besiktas, non deve farsi sfuggire questa occasione per poter quasi mettere la punta dei piedi verso gli ottavi. Anche in città si respira un’aria diversa, rispetto a quella poco attraente di campionato, nonostante il secondo posto ed il distacco di un solo punto dalla Juventus, vincente ieri a Zagabria. Ma si nota, che l’Europa, chiama i napoletani al San Paolo, ed anche Sarri, ieri nella conferenza stampa, affermò che lui è più emozionato quando vede i tifosi invece della musichetta della Champions League. Ma nonostante l’entusiasmo, e i prezzi che i tifosi ritengono esagerati per i settori popolari, in curva B, verranno distribuiti volantini per protestare ancora contro . E’ il momento giusto questo? Il Napoli ha solo bisogno del sostegno e di una vittoria per continuare a sognare e di poter ambire con maggior tranquillità al cammino verso gli ottavi della maggiore competizione europea.

  •   
  •  
  •  
  •