Statistiche D. Zagabria-Juventus e precedenti squadre italiane contro le croate in Champions League

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

dinamo-zagabria-juventus-champions-league-2016

Dinamo Zagabria-Juventus: ecco le statistiche delle due squadre

La Juventus affronta oggi la Dinamo Zagabria nel secondo turno di Champions League. Dopo la vittoria a stento col Palermo e il precedente pareggio in Europa contro il Siviglia, gli uomini di Allegri sono pronti a riscattarsi nella massima competizione europea. Il sito della Uefa, per l’occasione, ha stilato alcune statistiche e offerto curiosità sulla partita. Per la Dinamo,  dopo la sconfitta del 18 settembre contro l’HNK Rijeka (5-2), la terza consecutiva per i croati, il tecnico Zlatko Kranjčar è stato esonerato. A subentrare ad interim è stato Željko Sopić.  Due giorni dopo la squadra croata, ha battuto 5-0 i dilettanti dell’NK Veli Vrh ai sedicesimi di Coppa di Croazia, con una doppietta di Dani Olmo. Più recentemente, il gol di Filip Benković ha deciso venerdì il derby capitolino tra Dinamo e NK Lokomotiva Zagreb. Contro il Veli Vrh, Angelo Henríquez ha messo a segno il primo gol in 19 presenze: non segnava dal 3 aprile. In casa Juventus, l’Uefa ricorda la prima sconfitta stagionale, 2-1 contro l’Inter, nonostante l’illusioria rete del vantaggio firmata da Stephen Lichtsteiner. Per i bianconeri è stata la seconda sconfitta nelle ultime 32 partite di Serie A.  La Vecchia Signora ha risposto con un 4-0 sul Cagliari Calcio, festeggiando la 1500esima vittoria in Serie A.  Daniele Rugani e Dani Alves hanno segnato i loro primi gol in bianconero, mentre Gonzalo Higuaín ha realizzato il suo quarto gol in cinque partite di campionato.  Una deviazione sulla conclusione di Dani Alves ha regalato ai bianconeri un successo per 1-0 contro l’US Città di Palermo. Juan Cuadrado, alla sua prima apparizione con la maglia della Juve dal trasferimento in prestito dal Chelsea, ha preso il posto dell’infortunato Rugani dopo 33 minuti. Claudio Marchisio e Stefano Sturaro (in panchina a Palermo) devono ancora scendere in campo in questa stagione a causa di un infortunio al ginocchio.  Medhi Benatia (coscia) ed Evra (ginocchio) hanno saltato la gara contro il Cagliari; Gianluigi Buffon è tornato sabato in campo mentre Patrice Evra è stato un sostituto scarsamente utilizzato. Aggiungiamo, gli infortuni di Rugani ed Asamoah, costretti a rimanere fermi per almeno 45 giorni.

Precedenti squadre croate contro le italiane

La Dinamo Zagabria non ospita una squadra italiana dal secondo turno di Coppa UEFA 2000/01, quando ha battuto il Parma per 1-0, ma è uscita in virtù di un 2-1 complessivo. Le tre vittorie contro le squadre di Serie A sono arrivate sempre a Zagabria, mentre il bilancio complessivo è 17 partite giocate, 3 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte. Il Milan ha incontrato molte volte la squadra croata. La prima gara vide la sconfitta dei Diavoli, nella Mitropa Cup 1966-1967. Nella Coppa delle Coppe 1973/74altro incrocio tra le due società. La squadra, allenata da Cesare Maldini, si impone nelle due partite dei Sedicesimi di finale (3-1 e 1-0). Nel 2000, il club di Milano affrontò la squadra di Zagabria nel terzo turno del Preliminare di Champions League. Sia in casa che in trasferta, vittoria 3-1 e 3-0 per i rossoneri.  La Juve incontra la Dinamo, per la prima volta in Champions League.  In precedenza, c’erano stati degli incontri in altre competizioni: due nei quarti di finale di Coppa delle Fiere e due nella Mitropa Cup. Risale al 1962, la vittoria 4-1 della Juventus sul club di Zagabria nella Mitropa Cup. Ad allenare i Bianconeri, c’era Carlo Parola, conosciuto per la sua rovesciata da calciatore. Le reti furono di Nicolè, Stacchini, Rosa e un autogol di Silik; mentre Garow segnò l’unico gol per la Dinamo. La gara di ritorno, vide la rivincita dei balcanici, 2-1 con reti di Rudic, Stacchini ed autogol di Anzolini. Nella stagione 1966-67, la Juventus del “mago”  Heriberto Herrera pareggia 2-2. Era una gara di andata della Coppa delle Fiere, risultato fissato dalle doppiette di Jukic e Stacchini. A Zagabria, il club torinese perse 3-0, gol di Novak, Mesic e Belin. La società di Corso Galileo Ferraris, ha affrontato un’altra squadra croata, il KNK Rijeka. Erano i quarti di finale di Coppa delle Coppe, stagione 1979/1980 e il risultato fu  0-0 in Croazia. A Torino, vittoria 2-0 e passaggio del turno per la squadra italiana. L’Hajduk Spalato, invece, ha incontrato sia l’Inter che il Torino però in Europa League. La squadra lombarda, nella stagione 2012-2013, risultò sconfitta in casa per 2-0 ma vinse in Croazia per 3-0. Il Torino pareggiò 0-0 fuori casa e vinse con un rigore in Italia, nel preliminare per passare ai gironi nell’Agosto 2014. Precedentemente, la Sampdoria, si era scontrata con l’Hajduk, sempre in un preliminare dell’allora Coppa Uefa.

  •   
  •  
  •  
  •