Allegri ed il tweet dopo la Champions League: calma solo apparente o consapevolezza della forza del gruppo?

Pubblicato il autore: stefano beccacece Segui

Allegri supernews
E’ stato senza dubbio un pareggio deludente quello portato a casa dalla Juventus di Massimiliano Allegri in Champions League contro il Lione. Ora i bianconeri dovranno attendere il 22 novembre  col Siviglia per guadagnarsi non tanto la qualificazione – il margine sui francesi è rassicurante e per l’ultima giornata è prevista la gara interna con la Dinamo Zagabria, fanalino di coda del gruppo – quanto il primato nel girone. L’apprensione per il possibile ennesimo secondo posto è dovuta certamente al ricordo dell’esperienza dello scorso anno, quando agli ottavi di finale l’avversario di turno fu il Bayern Monaco.

Allegri e la crescita nel momento in cui serve
Ci troviamo nella fase della stagione nella quale la Juventus non brilla:  l’anno scorso stentò in campionato nei primi mesi, perse la sfida decisiva nel  girone di coppa proprio col Siviglia, mentre nella stagione precedente soffrì maledettamente nell’ultimo turno contro l’Atletico Madrid – già qualificato – rischiando di dover lasciare la seconda piazza ad un modesto Olympiacos, vittorioso nello scontro diretto in Grecia e sconfitto a fatica a Torino. Nessuno l’avrebbe detto , ma quella squadra sarebbe poi giunta in finale.  Occorre precisare che allo stato attuale dei gironi, la prima posizione potrebbe non essere un’ancora di salvezza. Potrebbero capitare  Bayern Monaco – di nuovo – Real Madrid o PSG, ma ad ogni modo nella scorsa edizione  della competizione i bianconeri furono quasi in grado – senza Dybala – di sfiorare l’impresa contro i bavaresi, soprattutto in trasferta dimostrando – superata la soggezione messa in mostra nel primo tempo giocato allo Juventus Stadium – di trovarsi in una condizione adeguata per sfidare una delle squadre più forti.

Leggi anche:  Dove vedere Manchester United-Psg: streaming e diretta tv Champions League

Il tweet di Allegri
La sfida tra Juventus e Napoli sembra giocarsi non solo sul campo, ma anche sul piano filosofico: da una parte prevale per il importanza il gioco sui risultati, dall’altra ha maggiore rilievo l’esito del match sul gioco. Mister Allegri ha nuovamente espresso il suo punto di vista sia nelle interviste al termine della gara, sia su Twitter come fa abitualmente:

tweet allegri
Al momento manca una collocazione per Pjanic – si vede che come trequartista è adattato – il centrocampo avrebbe bisogno di maggiore sostanza e qualità,  e rispetto alla finale di due stagioni fa mancano Vidal Pirlo e Pogba, ma la Juventus di Allegri ha dimostrato di saper carburare nel momento cruciale della stagione. La domanda è: Allegri  sta comunicando una calma apparente, o ha realmente la crescita del gruppo sotto controllo?

  •   
  •  
  •  
  •