Besiktas Napoli, gli azzurri nella bolgia turca VIDEO

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

besiktas napoli
Besiktas Napoli alla Vodafone Arena. Oggi pomeriggio alle 18:45 si disputerà Besiktas Napoli quarta giornata di Champions League, gli azzurri faranno visita e cercheranno i tre punti contro i temibili turchi nel loro stadio infernale.

 

Besiktas Napoli nell’inferno di Instabul

 

Uno stadio completamente nuovo dove la squadra turca ha trovato la sua collocazione sia a livello di risultati che di spettacolo.
Da quando il Besiktas gioca in questo gioiellino la squadra di casa ha ottenuto sei vittorie e tre pareggi e quindi è ancora imbattuto. La Vodafone Arena è ubicata ad Istanbul ed è stato costruito in tre anni (dal gennaio 2013 all’aprile 2016) da parte degli architetti Demir Metin e Bünyemin Derman.
Il costo totale dell’opera è stata di 125 milioni di euro, una spesa non tanto esigente se si parla di uno stadio che conta:

  • 41903 posti a sedere
  • 147 suites
  • molti ristoranti e bar
  • 350 parcheggi appositi per celebrità
  • 2150 posti a sedere di estremo comfort
  • 186 posti per stampa e giornalisti
  • 243 telecamere
  • 81 postazioni speciali per persone disabili
  • diversi skybox e numerose sale conferenza
  • store ufficiali del club
  • negozi per lo shopping
  • museo alla squadra turca

Dopo la sconfitta casalinga, Besiktas Napoli diventa quasi fondamentale per gli azzurri che dovranno cercare l’impresa e battere i turchi nonostante la bolgia turca. Sarri non ha paura e carica l’ambiente Napoli: “Vincere per noi o per loro significherebbe mettere un bel mattoncino sulla qualificazione. Una partita importante come le sono tutte nel girone.”  La Vodafone Arena campo molto caldo: “Potrà essere uno stimolo in più per noi, all’andata abbiamo commesso degli errori allungandoci troppo e no dobbiamo rifarli”. Ma questo Besiktas Napoli come si può decidere? I dubbi sono su Insigne, Mertens e il probabile impiego di Gabbiadini. Parentesi Insigne e la sua reazione dopo la sostituzione contro la Juve: “Per me tutto finisce con uno scappellotto, sulla eventuale multa decide la società. È stata una cazzatina legata alla superficialità, di certo non prenderei un provvedimento punitivo non facendolo giocare. La scelta sarà libera”. Torna a disposizione Gabbiadini. “Un rientro importante perché si è sentita la sua assenza in attacco e gli altri hanno dovuto fare molta più fatica”. Su Mertens: “Ha giocato più degli altri, vediamo come sta e deciderò”.

Ecco un video con l’inferno di Instanbul:

  •   
  •  
  •  
  •