Champions League, il Napoli questa sera non deve sbagliare

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO

probabili formazioni napoli dinamo kiev

Champions League, stasera al San Paolo il Napoli se la vedrà con la Dinamo Kiev, nel quinto turno di questa fase a gironi. Sfida assolutamente da vincere per gli uomini di Sarri, che nonostante il solo punto raccolto dalla doppia sfida al Besiktas, sono in testa al raggruppamento B con sette punti alla pari del Benfica, un punto davanti ai turchi, mentre gli ucraini ospiti questa sera al San Paolo sono già virtualmente fuori. I partenopei possono approfittare dello scontro diretto in Turchia tra i padroni di casa del Besiktas e i lusitani del Benfica. In caso di concomitante vittoria dei portoghesi e degli azzurri, arriverebbe per entrambi la qualificazione con un turno d’anticipo, con qualsiasi altro risultato si deciderà tutto tra due settimane, ma con una vittoria appunto, i partenopei guadagnerebbero punti sulle inseguitrici e metterebbero un bel pezzetto di qualificazione in tasca. Nella sfida dell’andata gli azzurri si sono imposti per due a uno in rimonta, grazie alla doppietta di Milik, la cui assenza si sta facendo sentire e non poco. Sarri questa sera punterà sul tridente “piccolo” con Insigne, Mertens e Callejon, solo panchina per Gabbiadini. A centrocampo confermatissimo Diawara al posto di Jorginho (anche lui è sceso un po’ nelle gerarchie del tecnico toscano), al suo fianco Zielinski e Hamsik. In difesa sarà ancora assente Albiol, Chiriches farà coppia con Koulibaly, i terzini sono Hisaj e Ghoulam, in porta Reina. Gli uomini di Rebrov, ultimi con un solo punto, si presentano con un 4-3-3 speculare: in porta Shovkovskiy, i centrali sono Vida e Khacheridi, i terzini Makarenko e Morozyuk; il trio di centrocampo è composto da Sydorchuk, D.Gonzalez e Garmash (autore del gol all’andata); in attacco proveranno a rendersi pericolosi Yarmolenko, Junior Moraes e  Tsygankov. In campionato gli ucraini sono secondi a meno otto dallo Shaktar, mentre in Europa hanno poco da chiedere ormai, anche il terzo posto che garantirebbe l’accesso in Europa League sembra un miraggio, ma siamo certi che stasera venderanno cara la pelle. Il Napoli viene dalla confortante vittoria di Udine, che ha restituito a Sarri un Insigne finalmente efficace sottoporta. Ieri in conferenza stampa il tecnico toscano si è presentato ai microfoni in compagnia di Mertens. L’attaccante belga ha un ottimo bottino in Europa con tre reti all’attivo e ha spiegato che in Italia è più difficile giocare contro squadre che si coprono bene. Sarri invece ha provato a tenere alta la tensione, tentando anche di dare alla Dinamo più pregi di quelli che effettivamente ha. Questa sera serviranno pazienza e concetrazione, senza farsi influenzare dal risultato che arriverà da Istanbul, infatti Besiktas e Benfica scenderanno in campo due ore prima. Dopo la vittoria di ieri della Juve a Siviglia, che ha regalato ai bianconeri il primo posto virtuale nel girone e la qualificazione con un turno d’anticipo, anche il Napoli vuole confermare il buon trend dell’Italia in Europa, aspettando le altre quattro impegnate domani in Europa League. Questa sera il San Paolo torna a gridare “The Champions” e spera di poter continuare anche in primavera.

  •   
  •  
  •  
  •