Juventus Allegri con un dubbio verso il Porto: Marchisio o Pjanic? Tensione Bonucci

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
juventus allegri

Juventus Allegri verso il Porto con un dubbio

Juventus Allegri dopo aver schiantato il Palermo e aver mantenuto inalterato il vantaggio sulle inseguitrici, può concentrarsi sulla sfida di Champions League con il Porto. L’andata degli ottavi di finale si giocherà allo stadio Do Dragao di Oporto mercoledì prossimo con fischio d’inizio alle 20:45. Allegri confermerà il 4-2-3-1, da un mese ormai modulo di riferimento per i bianconeri, ma un dubbio accompagnerà il tecnico livornese fino alla vigilia. Chi giocherà con Khedira a centrocampo, Marchisio o Pjanic? La sostanza del Principino o l’inventiva del Giotto bosniaco? Da premettere che l’ex romanista non è al 100%, come confermato da Allegri nel post Palermo. Pjanic soffre per un problema alla caviglia, che non lo fa allenare al massimo in queste ultime settimane. Marchisio è in crescita, contro il Palermo il numero 8 della Juventus ha ritrovato anche il gol, gioia che in campionato mancava da quasi due anni. Con la rete ai rosanero Marchisio ha anche esorcizzato il grave infortunio patito lo scorso maggio, proprio in un Juventus-Palermo a Torino. Il Porto è una squadra molto tecnica, abile nelle ripartenze, che lascia molto il possesso palla agli avversari. Per una buona circolazione di palla sarebbe preferibile Pjanic, tenendo presente che il bosniaco non avrà i 90 minuti nelle gambe. Allo stesso tempo la presenza di Marchisio in campo consentirebbe a Khedira di sganciarsi nei suoi proverbiali inserimenti, la migliore qualità dell’ex Bayern Monaco. Detto di Marchisio-Pjanic tutto confermato per il resto, con Rugani pronto a far coppia con Bonucci in difesa e i fantastici 4 davanti, per una Juve che vuole essere grande anche in Europa.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

Juventus Allegri-Bonucci, nessuna multa per il difensore

Juventus Allegri-Bonucci, non avrà strascichi disciplinari il plateale litigio tra l’allenatore e il difensore durante il match contro il Palermo. Parole grosse quelle volate tra i due in campo, e forse, fuori, con Bonucci che ha abbandonato di corsa il campo al fischio finale di Di Bello. Allegri era arrabbiato perché non ammette cali di tensione neanche su punteggi nettamente favorevoli. Bonucci è scattato contro l’allenatore, rispondendo per le rime, con parole irripetibili, uno scatto d’ira che ha sorpreso i presenti all’accaduto. Il difensore è una sorta di allenatore in campo, che spesso si fa portavoce dei dettami del mister.” Bonucci allenatore? Ha ancora tanto da imparare”, così Allegri ha chiosato sull’accaduto a chi gli chiedeva del battibecco tra i due. Tutto rientrato? Magari se ne riparlerà nella conferenza stampa prima di Porto-Juventus, dove i due potrebbero presentarsi insieme per dissipare i dubbi sul loro rapporto, provare per credere.

  •   
  •  
  •  
  •