Retroscena Bonucci-Allegri: dopo la lite il difensore voleva andarsene

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Bonucci
Il caso Bonucci tiene sempre banco in casa Juventus. Dopo la multa, per il difensore è arrivata anche la tribuna nella partita di Champions League contro il Porto che si disputerà questa sera. La sua esclusione è stata spiegata da Massimiliano Allegri durante la conferenza stampa che si è tenuta ieri sera: “L’ho fatto per rispetto nei confronti della squadra, della società e del nostro pubblico”. Ma nelle ultime ore spuntano diversi retroscena legati alla lite Bonucci-Allegri. Pare infatti che dopo lo scontro post gara contro il Palermo il difensore, preso dal nervosismo,  volesse abbandonare la Juventus e cambiare aria. Però si sa, a caldo si prendono sempre le decisioni sbagliate, poi arriva la quiete dopo la tempesta e sicuramente il difensore avrà ragionato, pesato l’amore che nutre per questi colori e l’amore che i suoi tifosi nutrono per lui. E allora ecco arrivare la saggezza, la razionalità, il presunto chiarimento e l’accettazione della tribuna da parte di Bonucci. Un Bonucci che si trova a Porto col volto scuro, che dovrà guardare la partita dalla tribuna e digerirà suo malgrado questa “punizione”.
Ma quale sarà lo scenario futuro per il difensore? Lo strappo tra i due sarà davvero ricucito? Non resta che attendere la prossima gara in campionato della Juventus per verificare se Bonucci riavrà il suo posto da titolare in difesa e se la lezione sarà servita al resto della squadra che si è schierata momentaneamente a favore della società.

Leggi anche:  Argentina, il Boca Juniors si aggiudica la Coppa Maradona

Lite Bonucci-Allegri, il pensiero di Higuain

Sulla lite Bonucci-Allegri si è espresso anche Gonzalo Higuain, visto che il pugno duro attuato dalla società bianconera, non ha lasciato indifferenti i suoi compagni di squadra. “Anche al Real Madrid e al Napoli, e in tutte le altre big in cui ho giocato ci sono state delle tensioni, capita. Il gioco del calcio è così”.

  •   
  •  
  •  
  •