Juventus, Buffon non si arrende e incorona Dybala: “Tra i più forti”

Pubblicato il autore: Alessandro Creta Segui

JUVENTUS, BUFFON DOPO IL BARCELLONA A TESTA ALTA. E SU DYBALA: “TRA I PRIMI 5 AL MONDO”– I giorni successivi ad una cocente sconfitta non sono mai facili; in particolar modo per chi alle sconfitte non ci è proprio abituato. Il sonoro 3-0 subito al Camp Nou ha fatto suonare più di un campanello d’allarme in casa Juventus: dall’organizzazione difensiva ad una mentalità che non sembra ancora quella di una grandissima squadra che vuole competere in Europa. Dopo Cardiff anche a Barcellona si è vista una Juve incoraggiante e coraggiosa nel primo tempo, timida e piccola nella ripresa.

I bianconeri sono già costretti ad inseguire in classifica ma hanno l’occasione buona di ristabilire, in parte, le gerarchie nella prossima giornata di Champions. A Torino arriverà l’Olimpyakos e la chance è ghiotta per poter ottenere i primi 3 punti in classifica. L’opportunità di zittire la critica ce l’avranno anche Dybala ed Higuain, tra i più criticati dopo Barcellona per una prova inconsistente ed insufficiente; non degna per due che invece dovrebbero trascinare i bianconeri soprattutto in Europa.

Leggi anche:  Bastoni ok, in campo con il Real. In attacco si dà fiducia a Dzeko e Lautaro

Proprio la Joya è stata oggetto delle critiche più aspre dopo l’incolore prestazione in Champions: dopo le sbornie ottenute in Italia (doppietta contro la Lazio, tripletta al Genoa e reti a Cagliari e Chievo), il numero 10 bianconero è atteso al salto di qualità anche nelle sfide continentali. Paragonato senza dubbio in modo eccessivo al suo “maestro” Messi, Dybala ha dimostrato di aver ancora molto da imparare: specialmente su come essere decisivo nelle partite che contano davvero.
Da capitano però Buffon difende l’argentino e, in un’intervista per il sito bianconero, si schiera dalla parte del compagno di squadra: “Già l’anno scorso avevo classificato Dybala tra i primi cinque nel mondo, e in certi momenti non avrebbe sfigurato neanche tra i primi tre. Confermo questo giudizio su di lui al di la del fatto che possa fare un po’ meglio o un po’ peggio nella singola partita”.

Certo la prestazione complessiva dei bianconeri non ha giovato a Dybala, e Buffon analizza anche i motivi del pesante ko: “Però se analizziamo in maniera lucida la gara possiamo anche dire che è un passivo troppo pesante per quello che si è visto per almeno 60 minti. Nel primo tempo abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, poi il gol sul finire del primo tempo ci ha demoralizzato e destabilizzato”.

Chiosa finale poi sulla rabbia di Higuain al momento di uscire dal campo: “Questo mi piace, perché solo attraverso questi passaggi uno può cercare di migliorarsi e portare qualcosa di diverso e costruttivo per se stesso e per la squadra”.  La Juventus ora è attesa al riscatto già nella prossima giornata di campionato: al Mapei i campioni d’Italia sono attesi dal Sassuolo; squadra che due anni fa inabissò i bianconeri nel loro peggior momento degli ultimi 6 anni.
Notizia positiva per mister Allegri il recupero di molti big che non hanno potuto giocare a Barcellona: su tutti è previsto il ritorno di Chiellini e Mandzukic. Rimane in forse Khedira, ma c’è comunque ottimismo per il centrocampista tedesco.

  •   
  •  
  •  
  •