Qarabag-Roma 1-2, le pagelle dei giallorossi: ok Manolas, malissimo Gonalons

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Qarabag-Roma, le pagelle degli uomini di Di Francesco 

La Roma batte il Qarabag, faticando più del dovuto e sale a quattro punti nel girone C di Champions League. La partenza dei giallorossi è di quelle importanti: al settimo minuto il portiere degli azeri respinge malamente un calcio d’angolo sui piedi di Pellegrini che con un tiro-cross al volo serve, di fatto, Manolas che insacca comodamente di testa. Al quindicesimo la Roma raddoppia: Defrel prende palla dalla destra, si accentra e scarica su El Shaarawy che con un pallone al volo serve Dzeko, bravissimo a liberarsi con uno stop di petto dell’avversario e a scaricare un destro potente che prima di insaccarsi tocca la base interna della traversa. Tutto facile quindi? Macché. In realtà la Roma non subisce praticamente mai l’azione avversaria e regala di fatto il gol che riapre il match: al ventottesimo Gonalons sbaglia in disimpegno, Ndlovu gli ruba la sfera e serve Henrique che solo soletto davanti ad Alisson sigla l’1-2. Da quel momento in poi la Roma fatica parecchio a costruire gioco, anche se sfiora il gol prima con El Shaarawy di testa e poi, nella ripresa, con Peres. Al novantesimo in punto i giallorossi rischiano grosso: cross di Agolli e colpo di testa di Ndlovu che esce di pochissimo. Di seguito le pagelle di Qarabag-Roma.

Qarabag-Roma 1-2, le pagelle dei giallorossi

ALISSON 6: Non sporca i guanti mai, ma è costretto a raccogliere il pallone in rete al primo vero tiro in porta dei padroni di casa. Con il pressing alto della squadra azera viene spesso chiamato in causa a giocare con i piedi dai propri compagni e se la cava sempre abbastanza bene.
PERES 5: In fase di spinta crea praticamente nulla, a parte un buon cross per El Shaarawy subito dopo il gol del Qarabag. In fase difensiva fa sempre fatica, come in occasione del gol sfiorato da Ndlovu, quando si addormenta e permette ad Agolli di crossare indisturbato.
MANOLAS 7: Ha il merito di portare in vantaggio i giallorossi. Gioca spesso in anticipo sugli attaccanti avversari ed è costretto a rimediare alle disattenzioni dei propri compagni di reparto.
JUAN JESUS 5,5: Il brasiliano appare meno brillante rispetto alle recenti prestazioni e fa spesso fatica a contenere le sortite offensive degli avversari, soprattutto nella ripresa.
KOLAROV 6: Primo tempo degno di nota, nella ripresa invece cala e deve stare attento soprattutto agli attacchi di Madatov e compagni.
PELLEGRINI 6: Da un suo tiro-cross nasce il gol del vantaggio giallorosso. Buon primo tempo del classe ’96 che poi cala alla distanza. DAL 82′ STROOTMAN S.V. 
GONALONS 4: Sbaglia praticamente tutto in fase di costruzione, vittima del pressing continuo di Ndlovu. L’errore in disimpegno che permette agli azeri di rientrare in partita, quasi dal nulla, è gravissimo. DAL 68′ DE ROSSI 6: Toglie praticamente ogni velleità agli avversari, facendo tornare il sereno nel centrocampo giallorosso.
NAINGGOLAN 6: Prova a giocare spesso tra le linee ma non arrivano grandi rifornimenti. Nel secondo tempo, quando la partita entra in una fase più fisica che tattica lotta contro tutti i centrocampisti avversari.
DEFREL 5,5: L’unico lampo della sua partita è il passaggio per El Shaarawy che a sua volta serve Dzeko per il raddoppio romanista. Spreca il gol del possibile tre a zero facendosi anticipare da Sehic in uscita. Esce per infortunio. DAL 58′ FLORENZI 6: Prova a portare ordine in una fase della partita abbastanza confusionaria.
DZEKO 6,5: Il voto è soprattutto per il gol, bello, che porta la Roma sul due a zero. Nella ripresa, però, non si fa vedere quasi mai, anche in appoggio ai compagni.
EL SHAARAWY 6: Suo l’assist per Dzeko, sfiora il gol con un gran colpo di tacco e un colpo di testa troppo debole. Nel secondo tempo va a sbattere troppo spesso tra le maglie dei difensori avversari.

  •   
  •  
  •  
  •