De Laurentiis su Manchester City-Napoli: “Pensiamo all’Inter, qualcuno deve riposare”

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

Il messaggio è sorprendentemente molto chiaro, priorità allo Scudetto. Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è cosciente che la partita di domani sera in Champions League contro il temibile Manchester City è importantissima ma il numero uno azzurro, è già proiettato alla sfida di campionato di sabato sera contro un’Inter scatenata, dopo la vittoria “thriller” nel derby di ieri sera contro il Milan. Il presidente ha dato qualche consiglio al suo allenatore, Maurizio Sarri, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Eccone i passaggi salienti:

Qualche titolare deve riposare:I giocatori, che hanno giocato di più, in questa prima parte di stagione, vanno fatti riposare, per preservarli, sabato sera, giochiamo contro una squadra forte, che sta facendo benissimo, siamo primi in classifica e vogliamo restarci, voglio la squadra al top”.

Guardiola ci riempie di complimenti ma:”
Lui è uno dei migliori allenatori d’Europa, ci fa i complimenti per il nostro gioco, e fanno piacere, ma lui sa i nostri punti deboli, è un volpone “calcistico” lui ha giocatori fortissimi, che nei singoli hanno più qualità tecniche dei nostri; per noi sarà quasi impossibile vincere. ma tra due settimane, c’è la partita di ritorno a casa nostra”.

Sulla sfida con l’Inter: “Giochiamo in casa vogliamo e dobbiamo vincere, invito fin da ora i tifosi a riempire lo stadio s.paolo, di passione e colori, è un momento troppo importante per la nostra stagione, dovremmo pensare molto in fase di attacco, e meditare, ed essere accorti in difesa”.

De Laurentiis corregge il tiro: “Non ho mai detto di preferire il campionato alla Champions, lo scudetto c’è più possibilità di vincerlo, in Europa non siamo abbastanza attrezzati, per arrivare in fondo, ma il girone va sempre superato, per il prestigio del club, dei giocatori, e per motivi aziendali, bisogna arrivare più lontano possibile, poi vedremo. Sarri è uno stratega, sa lui cosa è giusto e cosa è sbagliato, non ha mai avuto un organico così forte, da quando è arrivato a Napoli, sta tirando fuori il meglio dai giocatori, non sono sorpreso, sopratutto nel gruppo”.

Dicono che sono tirchio ma .. : “
Sono stato accusato dai tifosi, di aver indebolito la squadra negli anni, di non sostituire i giocatori ceduti, con nomi all’altezza, di non tirare fuori i quattrini, ma io gestisco una società sportiva, devo mantenere i bilanci in regola, rispettare il fair play finanziario, ora mi ringraziano perchè siamo primi, come vedete è il campo che parla, poi eventuali nuovi rinforzi credo, che in questo Napoli, negli schemi di Sarri, non avrebbero trovato posto, si ricordino che io ho preso questa squadra dalla Serie C, e l’ho portata in Champions League, chi mi ha criticato, vorrei che mi desse ragione. In 13 anni di mia gestione, nessun debito…”Su Milik al Chievo: ” E‘ un ragazzo tenace si riprenderà ancora una volta, ma io sto valutando l’opportunità di mandarlo in prestito al Chievo Verona, a Gennaio, per trattare uno scambio, perchè voglio Roberto Inglese a Napoli, da subito, senza aspettare Giugno, potrebbe esserci utile. Arek, A Verona, potrebbe giocare sempre, riprendersi al meglio, senza fretta, non lo sto cacciando, sarebbe un addio in prestito, è per il suo bene, proverò a convincerlo”.

Lo Scudetto:”Ho risposto ad ogni domanda, ma su questa no, sono scaramantico, in modo potente, specie adesso che siamo primi, non insistete!”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)