Champions League: tutte le ipotesi di qualificazione a novanta minuti dal termine

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Tra oggi e domani la fase a gironi di Champions League emetterà i verdetti finali con le sedici squadre che andranno a giocare la fase ad eliminazione diretta  da febbraio e le otto che scenderanno in Europa League. Per quanto riguarda le squadre italiane l’unica già sicura della qualificazione è la Juventus, mentre per Inter, Atalanta e Napoli si deciderà tutto negli ultimi novanta minuti.
Ora andiamo a vedere la situazione girone per girone con tutte le ipotesi.

Champions League, tutte le ipotesi degli otto gironi

Girone A

Con Psg e Real Madrid aritmeticamente primo e secondo con 13 e 8 punti, Bruges e Galatasaray si giocano il terzo posto, con i belgi che oltre ad avere un punto in più (3 a 2), avranno l’opportunità di giocare in casa contro i parigini, mentre i turchi saranno impegnati al Santiago Bernabeu e per qualificarsi dovranno vincere in Spagna e sperare che il Bruges perda perchè a parità di punti quest’ultimi avrebbero la meglio per gli scontri diretti: due pareggi ma un gol segnato in trasferta (0-0 e 1-1).

Girone B

Bayern Monaco 15 e Tottenham 10 già qualificati e l’incontro in Baviera varrà solo per le statistiche, discorso diverso per Stella Rossa e Olympiakos che hanno 3 e 1 punto e chi si sfideranno al Pireo con i greci obbligati a vincere per acciuffare in extremis il terzo posto, ai serbi basterà non perdere.

Girone C

Qui situazione molto ingarbugliata perchè a parte il Manchester City già sicuro del primo posto con 11 punti, Shakhtar Donetsk, Dinamo Zagabria e Atalanta si trovano rispettivamente a 6, 5 e 4 punti; i bergamaschi per arrivare secondi dovranno vincere in Ucraina e sperare che i croati non battano gli inglesi a domicilio, altrimenti dovranno accontentarsi del terzo posto, ovviamente una non vittoria eliminerebbe da tutto la formazione nerazzurra: lo Shakhtar invece avrà il proprio destino tra le mani perchè ottenendo i tre punti in casa sarebbe sicura del secondo posto grazie agli scontri diretti con la Dinamo (2-2 in casa e 3-3 fuori, dunque una rete in più in trasferta). I croati se dovessero battere Guardiola passerebbero il turno se l’Atalanta facesse risultato a Donetsk.

Girone D

Bianconeri già certi del primo posto con 13, Lokomotiv Mosca a 3 punti ed eliminati, mentre il secondo posto se lo contenderanno Atletico Madrid e Bayer Leverkusen con la squadra spagnola che oltre ad avere un punto in più (7 a 6) sarà impegnato sul campo dei russi in un match sulla carta abbordabile, mentre i tedeschi ospiteranno la Juventus e oltre a vincere dovranno tifare per i moscoviti.

Girone E

Situazione complicata per il Liverpool che nonostante il primo posto con 10 punti rischia l’eliminazione perchè giocherà in Austria contro il Salisburgo che di punti ne ha 7 ma con una sconfitta anche di misura (andata 4-3 per i Reds) e con un vittoria del Napoli (9 punti) al San Paolo contro il Genk fanalino di coda con 1 punto, scenderebbe clamorosamente al terzo posto. I partenopei con il successo casalingo e una non vittoria inglese arriverebbe prima, mentre nell’ipotesi di tre squadre a 10 punti (vittoria Salisburgo e pareggio del Napoli) si qualificherebbero azzurri e inglesi, ma con quest’ultimi che dovrebbero perdere al massimo con una rete di scarto, altrimenti sarebbero terzi. La squadra di Carlo Ancelotti andrebbe fuori solamente in caso di clamorosa sconfitta contro i belgi e vittoria austriaca.

Girone F

Barcellona con 11 punti già primo, Slavia Praga a 2 punti matematicamente eliminato, mentre per l’ultima piazza utile se la contenderanno Inter e Borussia Dortmund, con i nerazzurri che per passare dovranno fare lo stesso risultato dei tedeschi; sulla carta però avranno il match più difficile visto che a San Siro arriveranno i blaugrana, mentre i gialloneri ospiteranno i cechi; la cosa sicura è che con una vittoria la squadra di Antonio Conte sarebbe sicuro del secondo posto senza aspettare il risultato di Dortmund. Ricordiamo che a parità di punti l’Inter passerebbe per lo scontro diretto (2-0 al Meazza e 3-2 in trasferta).

Girone G

Il Lipsia con 10 punti e già qualificato (ma non sicuro del primo posto) davanti a Zenit e Lione che ne hanno 7, chiude il Benfica a 4 e che ha qualche possibilità di terzo posto; l’ultimo turno in programma vedrà affrontarsi Lione-Lipsia e Benfica-Zenit. Se dovessero vincere francesi e russi chi sarebbe un arrivo a 10 punti con i tedeschi e in questo caso a qualificarsi sarebbero Lione primo e Lipsia secondo; se invece lo Zenit vince è agli ottavi solo se il Lione pareggia o perde, se invece entrambe pareggiano o perdono si qualificano i russi che hanno gli scontri diretti favorevoli (pareggio 1-1 all’andata e vittoria 2-0 al ritorno).
Se invece lo Zenit perdesse, e contemporaneamente il Lione perdesse in casa contro il Lipsia, arrivo a tre a quota 7 punti con la classifica avulsa che vedrebbe Zenit 7, Benfica 6 e Lione 4 con i primi qualificati e i secondi in Europa League, mentre i transalpini eliminati.

Girone H

Situazione ingarbugliata anche in quest’ultimo raggruppamento con l’Ajax al primo posto con 10, seguono al secondo Chelsea e Valencia con 8, chiude il Lille con 1 punto e già fuori da tutto. I londinesi sono quasi al sicuro visto che battendo i francesi a Stamford Bridge sarebbero qualificati, discorso diverso per i lancieri che dovranno fare un pareggio in casa contro gli spagnoli, perchè perdendo rischierebbero di scivolare in Europa League a meno che il Lille non blocchi i Blues. Se Ajax e Chelsea (0-1 e 4-4) arrivassero a pari punti ad arrivare primi sarebbero i ragazzi di Frank Lampard, mentre in un arrivo a pari punti tra inglesi e spagnoli (stesso risultato per tutti e due nell’ultimo turno), quest’ultimi sarebbero avanti (0-1 e 2-2).

  •   
  •  
  •  
  •