PSG, insulti sui muri del Parco dei Principi contro Leonardo e Al-Khelaifi

Pubblicato il autore: Margot Grossi


Malessere a Parco dei Principi.
Proseguono le contestazioni dei tifosi del Paris Saint-Germain, dopo l’eliminazione della squadra dalla Champions League negli Ottavi.
Già durante il match casalingo di ieri contro il Bordeaux (League 1) erano pervenuti fischi per Leo Messi e Neymar, nonostante il trionfo per 3-0.

Il malcontento dei tifosi, Nasser Al-Khelaifi e Leonardo nel mirino

A Les Parisiens, da tempo non basta più mettere in bacheca titoli e Coppe di Francia, ma desiderano di più. E con l’uscita dalla Champions League c’è stata l’ennesima delusione per tutti i sostenitori rossoblù.

Oltre alla squadra di Mauricio Pochettino, nel mirino anche e soprattutto la dirigenza: primo su tutti Nasser Al-Khelaifi, poi il Direttore sportivo Leonardo. Nella notte infatti, sia il Parc des Loges (Centro sportivo del PSG), sia il Parco dei Principi, sono stati imbrattati con scritte ed insulti indirizzati ai giocatori e alla proprietà del Club. I fatti sono stati riportati da Le Parisien, quotidiano francese appartenente al Groupe Amaury, nonché primo quotidiano di Parigi e dell’Île-de-France.

Le richieste de Les Parisiens al Parco dei Principi

“Paris c’est nous”, “Parigi siamo noi”, le parole che campeggiano sui muri dello storico stadio della Ville Lumiére. A seguire anche la scritta: “Paris jamais Qatari”, “Lontano dalle nostre terre”, rivolto proprio a “Nasser/Leo”, ovvero ad al Khelaifi e Leonardo. Cioè un invito a lasciare la città e la compagine parigina.

Nella sfida Real Madrid-PSG di UEFA Champions League, è successo veramente di tutto. Al termine della partita, il Presidente del Paris Saint-Germain, Nasser Al-Khelaifi, è sceso dritto negli spogliatoi e ha aggredito lo Staff del Real Madrid e i Direttori di gara. Una volta data l’ufficialità dell’accaduto, l’UEFA ha aperto un procedimento su Al-Khelaifi e Leonardo. Quest’ultimo avrebbe chiesto di cancellare il video della minaccia di morte agli arbitri da parte di Al-Khelaifi. Dopo aver definito aggressivi i due protestanti, l’UEFA ha chiesto i filmati per analizzare l’accaduto.

  •   
  •  
  •  
  •