Inter, Mancini: “Coppa Italia bel trofeo, proviamo a vincerla”

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

Il tecnico nerazzurro alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Samp: “A Empoli partita brutta ma ci può stare. Turnover? Meglio abituarsi a giocare ogni tre gorni. Mihajlovic? Cambi gilet…”
coppa italia

La Coppa Italia è un bel trofeo, se si può provare a vincere sarebbe meglio. Penso che sia da giocare, all’inizio viene un po’ snobbata perché ci sono altre competizioni più importanti. Ma alla fine è sempre un trofeo e bisogna giocarsela”. Così l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini ai microfoni di Inter Channel alla vigilia della sfida contro la Sampdoria che vale l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia. L’allenatore a proposito di un possibile utilizzo del turnover dice: “Si gioca di mercoledì e c’è tempo per recuperare le forze, poi presto inizierà l’Europa League. Meglio che i giocatori si abituino a giocare tre partite alla settimana. Mancini, che ieri su Italia 1 aveva parlato pure del campionato, è sempre più determinato, vuole andare avanti e mettere fine una volta per tutte al capitolo Empoli. Il tecnico nerazzurro, dopo il pareggio di sabato scorso contro la squadra toscana, appare ottimista e vuole mandare soltanto messaggi positivi: “A parte Empoli dove non abbiamo fatto una grande prestazione, noi possiamo essere abbastanza contenti per i miglioramenti dell’ultimo mese” – spiega Mancini – Una partita brutta ci può stare una volta ogni tanto, ma non deve abbatterci o farci pensare che abbiamo fatto passi indietro. Empoli è un campo ostico per tutti, ma conta essere consapevoli di non essere stati bravi, con umiltà. A Torino e contro il Genoa è stato riportato l’entusiasmo: dopo Empoli il tifoso non deve abbattersi, 19 partite sono tantissime e nei momenti difficili bisogna pensare alle cose positive. Non aver perso in una partita che si poteva perdere è importante, è positivo essere rimasti compatti”. Poi chiude parlando della sfida contro i blucerchiati: La Sampdoria sta facendo benissimo, un ottimo campionato dall’inizio, gioca senza pressioni, è un vantaggio questo, merita di essere lì per le ottime partite. Sarebbe stato più bello se ci fosse stato Mihajlovic in panchina, l’avrei sfidato per la prima volta, poi per me è sempre speciale giocare contro la Sampdoria comunque. Un consiglio a Sinisa? Si cambi il gilet sotto la divisa. Dunque l’Inter sembra pronta per la partita di domani. A dar fastidio alla Samp dovrebbero esserci Kovacic, Shaqiri e Bonazzoli nella trequarti con Icardi unica punta davanti.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •