Juventus, parla Allegri: “Domani obbligati a fare bene. Cassano? A gennaio solo Sturaro”

Pubblicato il autore: Nicola Iuzzolino Segui

Allegri

Vigilia di Coppa Italia in casa Juventus. Domani sera i bianconeri incroceranno in quel di Parma i crociati di Donadoni, sempre più inghiottiti dal vortice retrocessione, ma desiderosi di riscatto contro un avversario così blasonato:
“È un quarto di finale e abbiamo l’obbligo e il dovere di fare bene, anche perché sono vent’anni che Juve non vince questa competizione. Non dobbiamo pensare di trovare una situazione semplice, il Parma vorrà provare a fare l’impresa. Non dobbiamo sottovalutare l’impegno, dobbiamo essere maturi perché loro nelle ultime partite hanno fatto buone prestazioni e in campionato hanno battuto l’Inter e la Fiorentina. La situazione societaria domani non influirà sicuramente: dobbiamo essere pronti e preparati.”

Assente Tevez, in campo, visti gli incontri ravvicinati, una buona dose di tournover è d’obbligo, ma il tecnico livornese si fida dei suoi uomini:
“Vidal ha avuto febbre settimana scorsa domenica ha fatto una partita normale come tutti nel primo tempo, nel secondo stava facendo meglio e ha avuto anche occasioni per fare gol. Poi l’ho sostituito perché era ammonito. Non so ancora se portare Pogba in panchina o farlo partire titolare. Pirlo si è allenato e sta bene, è a disposizione come gli altri. Storari sarà titolare, metterò in campo la formazione migliore per questa partita, i giocatori che ho stanno tutti bene e questo è molto importante perché chi è in panchina diventa fondamentale ogni volta che entra aiutando la squadra. Coman? Lo stimo molto, ha avuto e avrà ancora molte occasioni; deve rimanere sereno e lavorare, ha grandi qualità e valuterò se sarà della partita di domani. Sicuramente non ci sarà Tevez perchè ha bisogno di fare dei lavori specifici per un’infiammazione al ginocchio che ogni tanto gli dà fastidio. Ancora con il 4-3-3? Può essere una soluzione, valuterò oggi dopo l’allenamento.”

Sul mercato le voci insistono su Zaza e l’occasione last minute Cassano. Ma al momento le uniche certezze di Allegri si chiamano Sturaro e Barzagli:
“Non so se arriverà un altro attaccante, anche in caso di partenza di Giovinco. Seba si sta allenando bene, è un professionista che ha fatto una scelta ma se verrà chiamato in causa sarà certamente all’altezza. Ripeto ancora che se arriverà qualcuno arriverà per migliorare la rosa. Se in giro non si trova nessuno che faccia al caso nostro è inutile comprare a caso. Cassano? Non voglio parlare di giocatori che non sono della mia squadra. Al momento davanti ho cinque uomini importanti e se c’è qualcuno che arriverà già a gennaio sarà Sturaro. Abbiamo riacquistato Barzagli, che pian piano arriverà ad una buona condizione; vedremo se ci saranno possibilità per fare qualcosa davanti. Io e la società siamo vigili e monitoriamo la situazione.”

E sulla sfida in Champions col Borussia predica cautela:
“Puntare a vincere la Champions con l’arrivo di un altro attaccante? Abbiamo un attacco forte, è molto difficile trovare qualcuno uno che faccia migliorare l’organico, soprattutto a gennaio. Ora pensiamo alla coppa Italia, poi testa al Borussia Dortmund: non sarà semplice a differenza di quello che pensa la gente. La partita secca è sempre difficile. Cercheremo di passare il turno e di andare avanti, la Champions League è una competizione strana in cui sono importanti gli episodi. Ma manca ancora molto, facciamo un passo alla volta. Bisogna cercare di raggiungere gli obiettivi o almeno di essere competitivi. Per vincere il campionato manca ancora molto, il +7 no dà tranquillità perchè basta poco per perdere il vantaggio accumulato.”

  •   
  •  
  •  
  •