Coppa Italia, Trapattoni: “Il Napoli favorito sull’Inter, Higuain è come Rossi”

Pubblicato il autore: Simone Cerroni Segui

coppa italia Trapattoni
NAPOLI-INTER: PARLA TRAPATTONI –
“Il Napoli ha le qualita’ per essere favorito in questo contesto, ma ho avuto la fortuna di vincere il campionato senza mai snobbare le coppe effettuando pochi cambi e consiglio a tutti i miei colleghi di cercare sempre il risultato perché giocare mercoledì e domenica non è dannoso”. Questo il pensiero dell’ex commissario tecnico della Nazionale, Giovanni Trapattoni, che ai microfoni di Radio Crc presenta Napoli-Inter, quarto di finale di Coppa Italia in programma domani alle 20.45 al San Paolo di Napoli. TRAPATTONI SU BENITEZ – Il Trap parla anche dell’allenatore spagnolo che guida da due stagioni i partenopei. “Benitez e’ un ottimo allenatore ed e’ inevitabile che quando uno straniero entra in un campionato diverso, si porta dietro sempre le proprie idee che inizialmente stupiscono. Poi, gli avversari prendono le misure e il fatto che si italianizzino non e’ negativo. Ad un certo punto, bisogna guardare ai risultati al di la’ delle idee”, ha spiegato Trapattoni. TRAPATTONI E LA PASSIONE PER HIGUAIN – Tra i gioielli domani in campo ci sarà anche un certo pipita: Gonzalo Higuain. “Su tutti e’ il calciatore che mi piace di piu’ e che mi avrebbe fatto piacere allenare – ha spiegato il Trap – Mi ricorda Paolo Rossi perche’ ha un’intuizione della rete incredibile. Il Napoli pero’, non ha solo Higuain, ci sono diversi calciatori importanti”. TRAPATTONI SULL’INTER – Secondo il Trap è comunque indispensabile, sempre se i risultati non arrivano dare una scossa alla squadra facendo cambi in panchina. Come ha fatto l’Inter passando da Mazzarri-Mancini: “a volte e’ necessario cambiare la guida tecnica, ma e’ altrettanto vero che ci sono dei momenti in cui la squadra per orgoglio reagisce. Non e’ che con Mazzarri i calciatori facessero meno anche perche’ poi sono gli stessi calciatori che vanno in campo e che vengono umiliati quando perdono. A volte, una scossa serve per dare qualcosa di positivo, ma non sempre”.

  •   
  •  
  •  
  •